• Abbonati
Nomi vecchi e nuovi

L’Atalanta attende la scossa sul mercato: tanti nomi, ma nessun affondo

Negli ultimi giorni è tornato d’attualità il nome di Tavares, sono spuntati Lookman e Parisi. Per ora però la Dea è ancora ferma a Ederson

Bergamo. Che sarebbe stato un calciomercato problematico lo si poteva immaginare. D’altro canto non ci si poteva aspettare altrimenti da una stagione anomala, con il Mondiale in autunno a spezzare a metà il ritmo del campionato. Cambia ogni tipo di logica. Lo ha sottolineato anche lo stesso Gasperini a Clusone: si vende meno, di conseguenza si compra meno. Specie in un momento in cui “non ci sono soldi in giro”, citando ancora il mister.

L’Atalanta sembra osservare sorniona ciò che succede intorno, ma senza affondi. Dopo l’aggiunta di Ederson, non si è più mosso praticamente nulla. Né in entrata, né in uscita. Il gruppo partito per il ritiro è ancora intatto e non ha previsto nessun addio. Ad essere partiti sono stati solo tantissimi giocatori in prestito, una parte di quegli esuberi alla ricerca di una squadra in cui giocare.

In entrata, però, il mercato è fermo. A meno di 20 giorni dall’inizio del campionato, la Dea si trova con il solo Ruggeri come esterno di piede mancino. Forse è per questo che nell’ultima settimana si è scaldato il nome di Nuno Tavares, esterno portoghese dell’Arsenal che arriverebbe con la formula del prestito secco (gli inglesi vogliono un diritto di riscatto di 40 milioni).

Nel suo caso si tratterebbe di un under-22, quindi non graverebbe il solito discorso che riguarda le liste. All’Atalanta, però, servono italiani. Da lì il nome di Fabiano Parisi dell’Empoli, giocatore già attenzionato e che potrebbe liberarsi facilmente in quanto in Toscana già da gennaio hanno acquistato Liberato Cacace, suo pariruolo di ottime prospettive. Per ora però non sembra una pista così calda nemmeno questa.

Anche guardando all’attacco di vicino c’è poco. Si attendeva l’affondo per Andrea Pinamonti, ma il futuro del classe 1999 ora è totalmente riaperto: Atalanta, Monza, Salernitana. Un trio di pretendenti ben diverse tra loro.

L’ultimo nome è quello di Ademola Lookman, ala del RB Lipsia ma nelle ultime due stagioni in prestito all’Everton e al Leicester. Un giocatore sul mercato, simile a Boga, sul quale forse si può ragionare in ottica partenza di Muriel per quel 3-5-2 che è stato visto sempre più di recente.

Anche qui, però, si parla solo di “se”. Ciò che ne risulta, alla fine, è che ad un mese dalla fine del mercato Gasperini non ha ancora potuto lavorare con la rosa che sarà probabilmente quella della prossima stagione e dovrà fare di necessità virtù. Il Mondiale in mezzo offre sicuramente respiro, paradossalmente: uno standby a metà stagione per ragionare un attimo a mente fredda, ma può rivelarsi anche un’arma a doppio taglio.

In ogni caso, è un fattore che va considerato. lla conferenza stampa di inizio stagione il DS Tony D’Amico aveva assicurato che Qatar 2022 non avrebbe condizionato i piani di mercato: che anche lui si sia dovuto ricredere?

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Generico luglio 2022
La polemica
Atalanta, striscione della curva fuori da Zingonia: “Rispetto per prima cosa”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI