• Abbonati
Secondo l'ispra

La mappa dei paesi che hanno consumato più suolo: Bassa maglia nera nel 2021, tutti i dati dei Comuni

I primi tre sono Cividate al Piano, Orio al Serio e Palosco. Novanta quelli che non hanno 'bruciato' neanche un ettaro

Mornico al Serio e Cividate al Piano, pochi chilometri di distanza: il primo è il paese bergamasco che nel 2021 ha consumato meno suolo, il secondo quello che ne ha consumato di più; almeno secondo i dati dell'Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale che come ogni anno fotografa la situazione a livello nazionale, provinciale e comunale.

Il sindaco di Mornico, Eugenio Cerea, si dice "sorpreso" del dato che riguarda il suo paese: -1.64 ettari di suolo consumato in un anno. Frutto forse di abbattimenti? O di riqualificazioni? "Nuovi insediamenti non ce ne sono stati", si limita a confermare. Ma prima di esprimersi, dice, "voglio approfondire bene" la genesi del dato (Ispra, sul suo sito, spiega di basarsi sul bilancio tra il consumo di suolo e l’aumento di superfici agricole, naturali e seminaturali dovuto a interventi di recupero, demolizione, deimpermeabilizzazione o rinaturalizzazione).

A Cividate, invece, dove si segnalano 20,14 ettari consumati in un anno, è arrivato il maxi centro di distribuzione Amazon, inaugurato nel settembre 2021. Un'occasione per il paese e per tutta la provincia di Bergamo, l'ha definito il sindaco Gianni Forlani, che sull'arrivo del colosso americano della logistica si è espresso più volte, parlando delle ricadute positive in termini di occupazione (900 nuovi posti in tre anni) e delle rassicurazioni ricevute in merito al rispetto dell’ambiente (tra le altre cose piantumazione di alberi e installazione di pannelli solari). Cosa che altri operatori - a detta dell'amministrazione - non avrebbero garantito, facendo sfumare le trattative.

Dando uno sguardo ai dati, si scopre che tra i 10 paesi che nel 2021 hanno consumato più suolo, 5 si trovano proprio nella Bassa Bergamasca, presa d'assalto dalle logistiche richiamate dalla presenza dell'autostrada Brebemi. Dopo Cividate ci sono Palosco (+ 5,85 ettari), Pontirolo Nuovo (5,48), Covo (4,86) e Ghisalba (3,86). Sicuramente l'area della provincia dove il cemento avanza a maggior velocità, ma non è una novità. Come non è una novità la forte vocazione commerciale di Orio al Serio, secondo paese bergamasco per superficie di suolo consumata (un macroscopico 65%, il primo è Lallio con il 67%) che non sembra però "frenare" la sua corsa, 'bruciando' altri 6,76 ettari. Completano i primi dieci posti della graduatoria Grassobbio (che ha già consumato il 41% del suolo comunale e aggiunge altri 5,47 ettari), Bergamo (+4,76 ettari) e Medolago (+3,9). La città capoluogo, nel corso degli anni, ha già 'mangiato' il 44% del suo territorio, il paese dell'Isola il 30%.

"Le conseguenze di tutto ciò non sono solo ambientali, ma anche economiche - ha fatto notare durante la presentazione del rapporto Stefano Laporta, presidente Ispra -. Ci sono costi nascosti dovuti alla crescente impermiabilizzazione ed artificializzazione degli ultimi 15 anni, stimata in circa 8 miliardi di euro l'anno". Le cause della crescente cementificazione del territorio sarebbero dovute all'assenza "di interventi normativi efficaci o anche dall'attesa della loro attuazione e dalla mancata definizione di un quadro definitivo omogeneo a livello nazionale che ci allontana dagli obiettivi di arresto del consumo di suolo, già definiti a livello europeo".

Qui sotto, trovate una mappa con tutti i valori contenuti nell'ultimo rapporto diffuso dall'Ispra: il colore rosso più intenso indica un consumo di suolo maggiore. Scorrendo sul Comune di vostro interesse, o cercandolo dall'apposito menù a tendina, potete accedere anche al dato relativo agli ettari complessivamente consumati.

 

In quest'altra mappa, invece, è rappresentata la differenza di consumo di suolo anno su anno (2020-2021): come nella precedente, un rosso più intenso indica un consumo maggiore di suolo. In bianco i Comuni che non hanno registrato alcuna variazione, in verde chi ha recuperato suolo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Consumo di suolo
Rapporto ispra
Consumo di suolo, mai così alto negli ultimi anni: a Bergamo spariscono altri 143 ettari
camion
Il commento
In fondo alle classifiche per qualità dell’aria, in cima per consumo di suolo: “Bergamo cambi in fretta marcia “
Chorus Life, iniziati i lavori di scavo all’ex Ote
I dati contestati
Bergamo, il Comune contro il rapporto sul consumo di suolo: “Quattro ettari cancellati? Falso, siamo vicini a zero”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI