• Abbonati
Leffe

Bimba morta, la mamma in carcere per omicidio volontario

Il compagno bergamasco: "Vedevo che le cresceva la pancia, ma lei negava di essere in gravidanza. Ho scoperto che era incinta il giorno dopo che ha partorito"

Leffe. Alessia Pifferi, la mamma della piccola Diana, la bimba di un anno e mezzo morta di stenti in un appartamento di Milano dove la donna l’aveva abbandonata per sei giorni, resterà in carcere. Lo ha stabilito il gip Fabrizio Filice, che ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare con l’accusa di omicidio volontario per omissione. Esclusa l’aggravante della premeditazione contestata dalla procura.

Durante l’interrogatorio davanti al giudice delle indagini preliminari la donna ha spiegato di aver lasciato la piccola perché si sentiva stanca ed aveva bisogno dei suoi spazi. Ha giustificato il fatto di aver abbandonato la figlioletta, nonostante si rendesse conto che poteva morire, perché teneva particolarmente alla storia con l’elettricista di Leffe, con il quale aveva appena riallacciato i rapporti, e voleva trascorrere del tempo con lui.

A partire da domenica, secondo le dichiarazioni della 37enne, la paura che la bambina potesse essere morta si è fatta sempre più concreta “speravo che non accadesse e che il biberon di latte che le avevo lasciato potesse bastarle”, ha detto durante l’interrogatorio.

Il compagno bergamasco, Angelo D’Ambrosio, ascoltato dal pm, ha raccontato di avere interrotto la relazione a gennaio perché nemmeno lui sapeva che la donna aspettava un bambino. “Mi ero accorto che la sua pancia cresceva, ma lei mi aveva sempre negato di essere incinta”.

Al magistrato l’uomo ha raccontato di aver conosciuto la donna attraverso la piattaforma Meetic e, da quel momento, di aver iniziato a frequentarla tra alti e bassi. “Ho scoperto che avevo ragione il giorno dopo che Alessia ha partorito”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
bimba morta bimbo culla morto
Le indagini
Bimba morta, il pm: “La mamma l’aveva già abbandonata altre volte per divertirsi”
Rosa bianca
Orrore a milano
Lascia la figlia di pochi mesi da sola a casa per 6 giorni e va a Bergamo dal compagno: la piccola trovata morta
Diana
Il dramma
La piccola Diana è morta dopo 5 giorni di agonia: venerdì il funerale
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI