Il bilancio

Ryanair, in un anno con gli aerei di nuova generazione risparmiate 20mila tonnellate di CO2 a Orio

Merito di 10 Boeing 737-8200 "Gamechanger", la metà degli aerei che la compagnia irlandese ha scelto di basare a Bergamo: "Consumo di carburante ridotto del 16%, le emissioni acustiche del 40%"

Orio al Serio. Un anno fa, il 20 luglio 2021, all’aeroporto di Orio al Serio arrivarono i primi Boeing 737-8200 “Gamechanger” di Ryanair, un velivolo di ultima generazione che ha permesso alla compagnia irlandese di risparmiare in 12 mesi oltre seimila tonnellate di carburante e relative 20.000 tonnellate di Co2 solo dallo scalo bergamasco.

I 20 aeromobili Ryanair basati a Orio, 10 dei quali sono “Gamechanger” più efficienti dal punto di vista ambientale (4% di posti in più, 16% in meno di carburante e 40% in meno di emissioni acustiche), rappresentano un investimento di oltre 2 miliardi di dollari e, riferisce la compagnia low cost, “generano 600 posti di lavoro diretti altamente retribuiti e oltre 9.500 indiretti all’aeroporto di Milano Bergamo”.

Ryanair prevede di trasportare 12,2 milioni di passeggeri per l’anno fiscale 2023 (1,6 milioni in più rispetto al periodo pre-pandemia), offrendo ai viaggiatori in partenza da Bergamo un’ampia scelta di destinazioni europee e dando al turismo lombardo una spinta tanto necessaria dopo anni complicati per il settore.

“In qualità di compagnia aerea più green d’Europa, Ryanair è lieta di fare un ulteriore passo avanti nel rendere l’aviazione più sostenibile celebrando 12 mesi di Boeing 737-8200 ‘Gamechanger’ all’aeroporto di Milano Bergamo – sottolinea Mauro Bolla, Country Manager Italia di Ryanair -. Questa strategia è in linea con l’Accordo di Parigi del 2015 e il Global Compact delle Nazioni Unite. Attraverso di esso, ci impegniamo ad innovare e promuovere attraverso la nostra attività pratiche ambientali e sociali sostenibili, che andranno a beneficio del pianeta, del nostro staff e dei nostri clienti. Siamo lieti di mantenere la nostra partnership di lunga data con l’aeroporto di Milano Bergamo, dove la nostra flotta comprende 10 aeromobili ‘Gamechanger’ ecologici che offrono il 4% di posti in più, consumando il 16% in meno di carburante e riducendo le emissioni acustiche del 40%. Questo non solo rafforza l’impegno di Ryanair nei confronti dell’Italia, ma dimostra anche il nostro impegno continuo per l’aviazione sostenibile come compagnia aerea più green e pulita d’Europa”.

“L’anniversario del primo volo operativo del Boeing 737-8200 Gamechanger dall’Aeroporto di Milano Bergamo permette di sottolineare la scelta di Ryanair di destinare sul nostro scalo dieci aeromobili di questo tipo, che compongono il 50% della propria flotta attualmente basata – aggiunge Giacomo Cattaneo, direttore commercial aviation di Sacbo -. Una scelta che combina la maggiore efficienza prestazionale e la sostenibilità ambientale con la maggiore capacità di carico del Gamechanger, rispondendo agli obiettivi condivisi da compagnia aerea e società di gestione aeroportuale. Nella fase di ripresa del traffico aereo, l’impiego di un aeromobile così innovativo fornisce un contributo rilevante al graduale ritorno ai livelli pre-pandemia del traffico passeggeri. Attendiamo un effetto ulteriormente migliorativo con l’implementazione del numero di aeromobili Gamechanger basati da Ryanair a Milano Bergamo”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Aeroporto Orio al serio
L'intervista
“Ritardi e cancellazioni? Ecco cosa sta succedendo nei cieli d’Europa”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI