• Abbonati
“i progetti del cuore”

Grassobbio, consegnato al Comune un Fiat Doblò per il trasporto dei cittadini più fragili

Verrà consegnato in comodato d’uso gratuito un Fiat Doblò grazie al quale saranno garantiti i servizi di assistenza e trasporto. Attraverso i suoi volontari, il Comune di Grassobbio si occuperà dei servizi relativi ai diversamente abili, per quanto riguarda l’accompagnamento socio-sanitario di bambini, ragazzi e anziani relativamente a visite mediche, fisioterapie e dialisi.

La collaborazione tra “Progetti del Cuore” e le città italiane, con scopo quello di aiutare le persone bisognose di ogni comunità, procede spedita e raggiunge anche il Comune di Grassobbio che potrà garantire l’erogazione dei servizi di assistenza e trasporto in favore di tutta la cittadinanza, e delle persone più fragili attraverso l’impegno de “I Progetti del Cuore”.

Verrà consegnato, infatti, in comodato d’uso gratuito un Fiat Doblò grazie al quale saranno garantiti i servizi di assistenza e trasporto. Attraverso i suoi volontari, il Comune di Grassobbio si occuperà dei servizi relativi ai diversamente abili, per quanto riguarda l’accompagnamento socio-sanitario di bambini, ragazzi e anziani relativamente a visite mediche, fisioterapie e dialisi. Sarà garantita la gestione dei Servizi Sociali del territorio, la gestione delle case di riposo e l’erogazione dei servizi di assistenza ai cittadini.

Il progetto è stato presentato nella sede comunale di Grassobbio, in via Amerigo Vespucci 6, alla presenza del Sindaco Manuel Bentoglio e del responsabile di Progetti del Cuore, Andrea Ambrosi incaricato di informare le attività del territorio.

“Il mezzo di trasporto a noi concesso viene utilizzato per il servizio di trasporto socio-assistenziale comunale a favore dei cittadini grassobbiesi bisognosi di recarsi presso strutture medico/sanitarie per esami, visite, cure specifiche riabilitative, chemioterapiche, dialisi o ritiro referti, dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria dalle 7.30 alle 18.30, tramite nostri volontari iscritti all’albo comunale” – spiega il Sindaco.

“I fruitori del servizio possono essere anziani, persone non autosufficienti o in stato di bisogno sociale e minori previo accompagnamento di un genitore o persona adulta delegata, muniti di proprio seggiolino secondo il peso e l’età. La maggior parte dei luoghi raggiunti dal nostro servizio è indicativamente Seriate, Bergamo, Alzano, Trescore B., ma sporadicamente abbiamo anche delle corse verso i presidi di Romano di Lombardia, Albino, Chiuduno, Ponte San Pietro, Dalmine, Mozzo, Treviglio, Sarnico e Lovere. In media ogni giorno almeno 4/5 persone usufruiscono del servizio. Ogni mattina siamo contattati da 2 o 3 persone che intendono fruire del servizio e cerchiamo nella maggior parte dei casi di accontentare tutti, compatibilmente con la disponibilità dei nostri preziosi autisti volontari. Avere quindi a disposizione un mezzo gratuito è un valido punto di partenza e di aiuto per ottemperare alle numerose esigenze della popolazione, soprattutto tenuto conto dei difficili collegamenti tramite la linea pubblica, con la maggior parte delle località sopra indicate, anche in considerazione dell’età media dei fruitori del servizio e dell’aggravarsi progressivo delle condizioni di salute dei nostri utenti. Inoltre essendo il veicolo abbastanza nuovo ci permette di goderne a pieno in modo efficiente, senza interruzioni per continue riparazioni e/o guasti dovuti all’usura.”

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, testimonial de “I Progetti del Cuore” che ha presentato l’iniziativa. “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile verso chi ha bisogno. Con questa iniziativa si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili. Quello che mi ha spinto verso “I Progetti del Cuore” è senz’altro la vocazione di iniziative come questa. Voler contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”.

Sarà proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità.
Proprio in questi giorni la società incaricata “Progetti del Cuore Società Benefit srl” si occuperà di informare i titolari delle attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI