• Abbonati
Successo bergamasco

Giro d’Italia donne: Chiara Consonni si aggiudica l’ultima tappa

La 23enne di Brembate Sopra si è imposta nella volata di Padova. La graduatoria ha premiato anche Silvia Persico che ha centrato il proprio obiettivo chiudendo la gara in settima posizione

Padova. Finale scoppiettante per Chiara Consonni che si è aggiudicata l’ultima tappa del Giro d’Italia Donne.

La 23enne di Brembate Sopra si è infatti imposta nella volata di Padova al termine di una frazione particolarmente movimentata.

Nonostante le sorti della classifica generale fossero già decise, a sparigliare le carte ci ha pensato una caduta che ha spezzato il gruppo dopo il primo gran premio della montagna.

L’incidente ha favorito il tentativo di fuga della maglia bianca Niamh Fisher-Black (SD Worx), Victoire Berteau (Cofidis Women) e Sara Poidevin (EF Education-TIBCO-SVB), prontamente raggiunte e seguite dall’attacco in contropiede lanciato da Krista Doebel-Hickok (EF Education-TIBCO-SVB) e Alessia Vigilia (Top Girls Fassa Bortolo).

In grado di guadagnare un vantaggio massimo di cinque minuti, le due battistrada vengono riprese negli ultimi chilometri, complice il lavoro della Trek-Segafredo a favore di Elisa Balsamo.

A cambiare le carte in tavola ci ha però pensato la cenese Silvia Persico (Valcar-Travel & Service) che ha provato il colpo di mano lanciando così la compagna Consonni, lesta a superare allo sprint Rachele Barbieri (Liv Racing Xstra) e Emma Norgsgaard (Movistar).

“Sono contentissima, non ho parole. Ringrazio tutte le mie compagne, con cui abbiamo fatto un grandissimo Giro, supportate da un team stratosferico che ci ha sostenuto in tutto per dieci giorni – ha sottolineato dopo l’arrivo la giovane orobica -. Dopo i due Giri del 2020 e del 2021, in cui mi sono ritirata, già arrivare a Padova sarebbe stato un successo. Arrivarci alzando le braccia al cielo è qualcosa di incredibile. All’inizio mi mancava un po’ la brillantezza, essendo reduce dalle prove in pista e dal ritiro a Livigno; ma sapevo di poter migliorare tappa dopo tappa; a patto di superare le salite degli ultimi giorni”.

L’arrivo di Padova ha segnato anche il successo finale di Annemiek Van Vleuten (Movistar) che ha conservato la maglia rosa accompagnando sul podio Marta Cavalli (FDJ Nouvelle-Aquitanie Futuroscope) e Mavi Garcia (UAE Team ADQ).

Un successo in classifica generale che ha sottolineato la solidità dell’olandese nelle frazioni più complesse, resistendo agli attacchi delle dirette avversarie.

La graduatoria ha premiato anche Silvia Persico che ha centrato il proprio obiettivo chiudendo la Corsa Rosa in settima posizione.

Brava a stringere i denti nelle frazioni di montagna, la 24enne di Cene si è esaltata sul traguardo di Bergamo cogliendo il podio e concludendo così le proprie fatiche con tredici minuti di distacco da Van Vleuten.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI