• Abbonati
La partenza

Al via la settima tappa del Giro d’Italia Donne, Sarnico sogna la vittoria di Elisa Balsamo fotogallery

Le strade del Sebino piene di tifosi per sostenere le campionesse orobiche delle due ruote

Sarnico. Si potrebbe definire una vera e propria “ondata rosa” quella che ha invaso Sarnico nella mattinata di mercoledì 7 luglio.

Centinaia di tifosi hanno infatti raccolto l’invito lanciato dalle fuoriclasse bergamasche del ciclismo femminile riempiendo le strade del Sebino e animando così la partenza della settima tappa del Giro d’Italia Donne.

Alla ricerca di qualche autografo e della possibilità di ottenere una fotografia con le proprie paladine, gli amanti delle due ruote hanno accolto con calore e grande gioia la carovana variopinta consentendo alle atlete di vivere con maggiore serenità i minuti che hanno preceduto la competizione.

Fra le cicliste più ricercate spicca sicuramente il nome della campionessa del mondo Elisa Balsamo: i suoi tifosi l’hanno voluta accompagnare nella frazione di casa.

Pronta a rafforzare la maglia ciclamino, la piemontese trapianta a Sarnico proverà ad aggiudicarsi la terza vittoria della competizione con l’aiuto di Elisa Longo Borghini, quarta in classifica generale.

“Ribaltare la graduatoria è molto difficile, anche perché ho ormai quasi cinque minuti di distacco. Ciò non ci impedisce di fare la tappa – ha spiegato la portacolori della Trek-Segafredo -. Oltre a Balsamo abbiamo in squadra anche Lucinda Brand per cui valuteremo come agire quando ci troveremo nei pressi della Boccola”.

Il gran premio della montagna di San Pantaleone e lo strappo che accompagna a Città Alta potrebbe diventare un’occasione perfetta per le atlete che puntano alla vittoria finale.

Le stesse potrebbero far corsa dura lungo i 114,5 chilometri che le accompagneranno a Bergamo e attaccare la maglia rosa Annemiek Van Vleuten (Movistar).

Fra loro potrebbe spuntarla Marta Cavalli, vincitrice dell’Amstel Gold Race e terza in graduatoria: “È sempre un’emozione correre su queste strade – ha sottolineato la 24enne in forza alla FDJ -. Chiaramente proviamo sempre a ottenere il massimo del risultato, molto conta come staranno le avversarie”.

Chi proverà una grande emozione nel correre sulle strade di casa è sicuramente Silvia Persico che quest’anno proverà a guidare la Valcar-Travel & Service anche nelle frazioni più dure.

Reduce dal quarto posto di Cesena, la 25enne di Cene potrebbe sfruttare le arcigne pendenze dell’ascesa di Porta San Lorenzo per fare la differenza.

“Poter gareggiare qui con la maglia della Valcar-Travel & Service è un vero onore – ha sottolineato la giovane seriana -. In base al percorso vedremo se puntare su di me oppure su Chiara Consonni, comunque sono sicura che, se staremo bene, potremo arrivare nel centro di Bergamo insieme”.

La variopinta carovana si trasferirà ora verso il capoluogo nella speranza di regalare un sogno a tutti gli appassionati che l’attenderanno lungo le transenne di Viale Papa Giovanni XXIII.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI