La panoramica

Guida alle app per la sicurezza femminile

Secondo i dati Istat del 2020 il 36,6% delle donne non esce di sera per paura: la tecnologia può essere un supporto prezioso per la sicurezza femminile

La sicurezza femminile è un tema molto importante, e proprio per questo anche la tecnologia ha dovuto “adeguarsi” introducendo una serie di strumenti, tra cui delle applicazioni, che possono aiutare le donne a sentirsi più sicure. Come spesso raccontiamo, la tecnologia non può sostituire una cultura diffusa di rispetto, inclusione e parità, ma poiché alle idee utopiche bisogna sempre affiancare un’analisi della realtà, in attesa che i notiziari smettano di raccontare casi di violenza di genere, andiamo insieme alla ricerca di strumenti che possono aiutare nell’ambito della protezione personale.

Il problema

Quotidianamente la cronaca riporta tragici fatti di violenza contro il genere femminile: secondo i dati Istat del 2020, le chiamate al numero di emergenza, causa aggressioni verbali e fisiche, sono incrementate dell’80%. Dato altrettanto allarmante è quello secondo cui il 36,6% delle donne non esce di sera per paura (gli uomini si fermano all’8,5%). In questo scenario, anche applicazioni e funzioni tecnologiche posso dare il loro contributo.

Le applicazioni per la sicurezza femminile

Insieme agli esperti tech di MisterGadget, abbiamo cercato di elencare le principali app per la sicurezza delle donne. Ovviamente questi strumenti possono essere utili a tutti, a prescindere dal genere.

Where Are U: l’app del 112

Where Are You è l’app ufficiale del 112 e permette all’utente di collegarsi in maniera semplice e rapida con il numero d’Emergenza 112 (che al suo interno racchiude le Forze di Pubblica Sicurezza, Vigili del Fuoco e Soccorso Sanitario).

In caso di bisogno all’utente basterà accedere alla schermata iniziale per avviare una chiamata al 112, chattare, oppure in caso di situazioni al “limite” è prevista la possibilità di avviare una “chiamata silenziosa” con lo scopo di offrire all’operatore in collegamento la possibilità di localizzare l’utente. L’app è disponibile gratuitamente per device Android e iOS.

1522: l’app Anti Violenza e Stalking

1522 è un numero gratuito e attivo 24/24 del servizio pubblico per le richieste di aiuto e sostegno di vittime di violenza e stalking promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità. Una volta scaricata, accedendo alla home, compariranno 4 funzioni principali: Chiamare un’operatrice, Chattare con un’operatrice, Azionare i dispositivi di emergenza e leggere i Consigli per la sicurezza (al cui interno è presente una lista di importanti consigli per la sicurezza personale). L’applicazione 1522 Anti Violenza e Stalking è disponibile per Android e iOS.

SHAW: l’app per le chiamate d’emergenza

SHAW è un’app che consente di telefonare con un semplice tocco sullo schermo il 112 o il 1522. Contemporaneamente offre supporto nella ricerca di centri antiviolenza e permette di consultare le norme legislative in ambito di tutela delle donne.

EchoSOS: l’app intelligente per le chiamate

EchoSOS, app presente sugli store Android e iOS, permette di trasmettere la posizione al servizio di emergenza ritenuto più consono sulla base di criteri di utilità e vicinanza. Consente poi di salvare numeri di emergenza personali e di inviare SMS in caso di emergenza anche in assenza di connessione.

bSafe: una soluzione completa per la sicurezza

bSafe è un’app ricca di funzioni utili per la sicurezza delle persone che richiede di stipulare un abbonamento annuale al costo di 20 euro. Permette di inviare un allarme ai numeri d’emergenza salvati attraverso dei semplici comandi vocali, di registrare video in caso di pericolo schiacciando il tasto “SOS” e svolge la funzione di localizzatore.   L’app è disponibile per device Android e iOS.

Wher: l’app per percorrere il percorso più sicuro

Wher è un’applicazione che svolge la funzione di navigatore ma con delle funzionalità speciali: la strada da percorrere consigliata viene infatti scelta sulla base delle “recensioni delle donne”. A decretare le strade più sicure è una community di più di 50.000 donne provenienti da tutta Italia che esprimono opinioni sulle vie della propria città.

Wher è disponibile gratuitamente su Android e iOS. Scaricando l’app, oltre a utilizzarla come fruitori, sarà possibile anche entrare a far parte della comunità e aggiungere il proprio feedback a quelli già esistenti.

Funzioni pre-installate su smartphone

Se desiderate avere a disposizione strumenti per la sicurezza, senza necessariamente dover scaricare delle app, esistono una serie di funzioni pre-installate su smartphone che possono fare al vostro caso.

Su Android, andando alla sezione Sicurezza ed emergenza delle impostazioni, e successivamente su Invia messaggi SOS, l’utente potrà innestare una serie di meccanismi dedicati alla sicurezza, come contatti di emergenza, sblocco rapido, tasti rapidi per l’invio di messaggi d’emergenza.

iPhone ha previsto invece la funzione SOS emergenze: premendo in contemporanea e per qualche istante il tasto laterale e uno dei due tasti volume sul display apparirà sul display il cursore per le emergenze. Trascinandolo, il device invierà automaticamente una chiamata SOS al numero di emergenza locale.

Si è parlato di sicurezza femminile, un tema davvero importante. Occorre naturalmente ribadire anche che tutte queste applicazioni posso essere utili per chiunque, indipendentemente dal sesso.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI