I 3 parlamentari bergamaschi

Ciagà, Carnevali e Misiani: “Superbonus, sbloccata la cessione dei crediti”

Un altro emendamento importante che è stato approvato dalla maggioranza riguarda lo stanziamento di 20 milioni di euro per ciascuno dei prossimi 3 anni a favore delle provincie (e delle città metropolitane) per fare fronte alla riduzione di gettito dell’imposta provinciale della RC Auto.

Alla Camera dei Deputati in Commissione Finanze e Bilancio è stato approvato dalla maggioranza un emendamento al DL 50/2022 (cosiddetto “Aiuti”) che sblocca il Superbonus 110% aumentando la platea di coloro che possono acquisire i crediti bloccati nei cassetti fiscali delle imprese e delle banche.

“L’emendamento va nella giusta direzione – dichiarano i parlamentari bergamaschi del PD Leyla Ciagà, Elena Carnevali e Antonio Misiani – perché consente a imprese e le famiglie di recuperare quanto speso con gli interventi di riqualificazione energetica. La misura ha inoltre valore retroattivo rispetto alle prime cessioni. Si tratta di un primo passo per la ripartenza del meccanismo della cessione del credito che si era inceppato. Continueremo come Partito Democratico a monitorare la situazione”.

Un altro emendamento importante che è stato approvato dalla maggioranza riguarda lo stanziamento di 20 milioni di euro per ciascuno dei prossimi 3 anni a favore delle provincie (e delle città metropolitane) per fare fronte alla riduzione di gettito dell’imposta provinciale della RC Auto. “È solo un primo passo – dichiarano i parlamentari Dem – e ne dovranno seguire altri: è necessario che nel prossimo decreto il Governo inserisca un nuovo finanziamento di almeno altri 30 milioni di euro per permettere a queste istituzioni di svolgere in maniera efficace la propria attività a favore dei territori e dei cittadini”.

Con un emendamento a firma dei relatori è stato inserito in questo provvedimento anche il nuovo decreto bollette licenziato ieri sera dal Governo che prevede un ulteriore stanziamento di 3 miliardi di euro per calmierare i costi dell’energia elettrica e del gas in riferimento al terzo trimestre del 2022. In totale le misure messe in campo dal Governo a favore di famiglie e imprese per far fronte all’aumento dei costi dell’energia ammontano così a oltre 33 miliardi di euro.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI