Calciomercato

Ederson-Atalanta, rischio telenovela: i “dettagli importanti” che mancano per la fumata bianca

L'amministratore delegato dell'Atalanta Luca Percassi ha ammesso alcune piccole complicazioni che si sono manifestate nell'affare che porta al brasiliano della Salernitana

Per il matrimonio tra Ederson e l’Atalanta pareva praticamente tutto fatto: giocatore e società si sono promessi sposi da un mesetto circa ma per il fatidico sì, parole dell’amministratore delegato Luca Percassi, mancano ancora “dettagli importanti”.

Tra la fine di maggio e l’inizio di giugno i dirigenti nerazzurri hanno affondato il colpo, trovando l’accordo con il giocatore e l’intesa di massima anche con la Salernitana, proprietaria del cartellino: una giocata d’anticipo decisiva per mettere l’Atalanta in una posizione di vantaggio rispetto alle altre pretendenti, Inter su tutte.

“Ci sono i giocatori, gli agenti e le proprietà: nei prossimi giorni sapremo qualcosa di più concreto e definitivo”: cosa si nasconde dietro le parole pronunciate giovedì da Percassi Jr?

L’Atalanta rimane molto ottimista sull’esito positivo della trattativa, ma ci sono alcune variabili impreviste che lasciano ancora in sospeso un accordo che qualche giorno fa sembrava prossimo a sfociare in un annuncio ufficiale.

Andando per ordine: “Ci sono i giocatori”. E il plurale non è un caso. Da un lato con Ederson manca ancora l’intesa sull’ingaggio, ma è forse il problema più facile da risolvere con l’inserimento di bonus più o meno semplici da raggiungere che possano avvicinare l’offerta della società alla richiesta del brasiliano. Dall’altro per l’ok serve anche il benestare di Matteo Lovato al trasferimento in Campania: il giocatore si è preso del tempo per decidere, consapevole anche dell’interesse di altre società, e a Salerno pare non l’abbiano presa benissimo.

Poi ci sono“gli agenti”. Di Ederson. Anche con loro non è ancora stata trovata la quadra, situazione sempre delicata in un periodo nel quale le società cercano di essere sempre più attente all’incidenza della voce sui bilanci.

Infine ci sono “le proprietà”. Atalanta e Salernitana erano rimaste d’accordo su un trasferimento a titolo definitivo per 15 milioni più il cartellino di Lovato, valutato circa 8 milioni. Ma l’inserimento del Bologna sull’ex difensore dell’Hellas Verona rischia anche di incrinare i rapporti tra le società: l’arrivo di Giovanni Sartori in rossoblu ha sparigliato le carte perché, dopo averlo portato in nerazzurro, vorrebbe fare lo stesso regalando a Mihajlovic un giocatore giovane e di grande prospettiva per il reparto arretrato.

Dal canto suo Lovato sembrerebbe più convinto della destinazione Bologna rispetto a Salerno e per questo ha chiesto tempo per riflettere. Un suo no al trasferimento in maglia granata non metterebbe a rischio l’affare Ederson, ma di sicuro costringerebbe Atalanta e Salernitana a rimettersi a tavolino per trovare un’altra contropartita tecnica da sommare alla parte cash: Okoli è un nome gradito, ma tra le opzioni ci sono anche Ruggeri e Zortea, già reduci da un’annata in Campania.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
ederson foto getty
Trattativa saltata
Atalanta, si complica l’affare Ederson: “Resterà alla Salernitana”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI