Atb

Bergamo: ecco i nuovi autobus cinesi, completamente elettrici della Linea C

Si tratta di due autobus E12 dell’azienda Yutong, con un’autonomia estesa fino a 12 ore che ne permette la circolazione senza necessità di ricarica per l’intero servizio

Bergamo. La linea C si arricchisce di due nuovi mezzi “completamente elettrici e altamente performanti. Si tratta di due autobus E12 dell’azienda cinese Yutong – spiega Atb – con un’autonomia estesa fino a 12 ore, che ne permette la circolazione senza necessità di ricarica per l’intero servizio”.

I mezzi misurano entrambi 12 metri, hanno una capienza totale di 82 posti e una serie di accorgimenti tecnici che li rendono “fra i più innovativi sul mercato – prosegue l’azienda del trasporto pubblico -. Oltre la gestione automatica, durante la frenata, dell’utilizzo del motore in funzione ‘generatore’ per la ricarica delle batterie e l’utilizzo dei freni in funzione della pressione sul pedale del freno e della velocità, gli autobus dialogano costantemente con l’officina meccanica tramite applicazione, comunicando tempestivamente eventuali guasti o malfunzionamenti. Parallelamente alla messa in opera dei mezzi sono state installate anche due nuove colonne di ricarica Siemens al deposito Atb di via Gleno”.

L’acquisto dei due nuovi mezzi – finanziato all’80% attraverso il fondo PSNMS (Piano strategico nazionale mobilità sostenibile), ottenuto dal Comune di Bergamo – rientra negli impegni ambientali assunti da ATB e recentemente ribaditi nel Bilancio di Sostenibilità del Gruppo.

Nel 2021 quasi la metà della flotta autobus (46,9%) è composta da mezzi diesel free, con alimentazione elettrica o a metano. L’obiettivo della completa conversione “diesel free” è fissato al 2027 e prevede l’acquisto complessivo, entro il 2033, di 131 autobus, di cui 52 elettrici, 63 a metano e 16 ibridi metano/elettrico. Il piano ha il suo avvio nel 2022 con la consegna dei primi 2 autobus elettrici, a cui nei mesi a venire si aggiungeranno ulteriori 17 autobus metano finanziati a valere sulle risorse del PSNMS di Regione Lombardia. L’acquisto dei bus elettrici si concentrerà perlopiù dal 2023 al 2026; i nuovi mezzi beneficeranno delle tecnologie di ultima generazione che consentiranno di ottenere una sempre maggiore autonomia, prestazioni più performanti ed a costi inferiori.

“L’ingresso nella flotta di mezzi innovativi e tecnologicamente più performanti è un dovere per lo sviluppo del Gruppo – dichiara Gianni Scarfone, direttore generale Atb – ma questi due autobus in particolare, sottolineano che la volontà di trasformare la mobilità pubblica rendendola green e sostenibile non è solo uno sforzo reso a parole, ma sostenuto da tappe concrete che ci auguriamo di completare nel minor tempo possibile”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI