Bergamo

Riqualificazione sottopasso ferroviario, sì del consiglio comunale

Passa l'ordine del giorno con prima firma la consigliera del Pd Oriana Ruzzini

Bergamo. Via libera alla riqualificazione del sottopasso ferroviario che collega la stazione di Bergamo a via Gavazzeni. L’opera, inaugurata dall’allora giunta Bruni dopo decenni di attesa, utilizzata quotidianamente da migliaia di studenti, pazienti e personale sanitario di Humanitas Gavazzeni, operatori della Caritas, del Patronato e della Casa del Giovane. Approvato infatti il testo dell’ordinanza presentata dai consiglieri del Pd con capofila Oriana Ruzzini che, “raccolte le rimostranze e i pareri dei cittadini di Malpensata rispetto anche al tema di una delle tante porte d’ingresso della città e, più in generale, a quello della cura”, hanno chiesto all’amministrazione di poter intervenire per rimettere in sesto la struttura, anche in vista dell’evento di Bergamo Brescia Capitale della Cultura nel 2023.

In particolare, il testo chiede la riqualificazione del sottopasso attraverso il rivestimento delle pareti con opere artistiche, gigantografie, installazioni raffiguranti le bellezze architettoniche e paesaggistiche della nostra città e provincia, o altri temi il cui sviluppo possa concorrere a valorizzare il sottopasso in quanto via d’ingresso alla nostra città e impegna il consiglio a farlo con materiali idonei, lavabili, a garantire una efficace pulizia del sottopasso e dell’area di collegamento con via Gavazzeni, a coinvolgere nel progetto le reti sociali della città e a valutare l’idea di un percorso partecipato da parte delle scuole, del polo di via Europa, delle scuole d’arte e di altri istituti della città, con eventuale adozione di segmenti del sottopasso da parte degli studenti, per fare emergere le tecniche artistiche più idonee nonché i soggetti culturali e paesaggistici che secondo gli studenti maggiormente rappresentano la nostra città.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI