Il voto

Dario Colossi, da sindaco di Rogno a primo cittadino di Darfo Boario Terme

Col suo “Progetto vero” sbaraglia il campo (65,64%) al ballottaggio nella cittadina camuna

Dario Colossi è il nuovo sindaco di Darfo Boario Terme, in Valle Camonica. É questo il verdetto della sfida di ieri, domenica 26 giugno, tra il Progetto Vero guidato appunto da Colossi – già forte dell’esperienza amministrativa da sindaco a Rogno dal 2009 al 2019 – e la Lista Civica (centrosinistra) di Paola Abondio, che rappresentava la continuità (il sindaco uscente Ezio Mondini non poteva più ricandidarsi dopo dieci anni da sindaco).

Dopo aver vinto il primo turno il 12 giugno (Darfo Boario Terme conta più di 15mila abitanti e quindi è necessario il ballottaggio) con il 39,26% dei consensi contro la lista di Paola Abondio, che si è fermata al 29,49%, Progetto Vero ha sbaragliato l’avversaria al ballottaggio con il 65,64% dei voti contro il 34,3% ottenuti dalla sua avversaria. La squadra di Colossi ha ottenuto 4018 voti contro i 2103 della lista Abondio. Nei giorni successivi al primo turno si era parlato di possibili accordi per far confluire i voti degli esclusi (Francesca Benedetti che rappresentava il centrodestra unito e aveva raccolto il 29,1% dei voti e la lista di Walter Bianchi che guidava la lista Valle Camonica Provincia Basta Tasse con l’1,7%) su uno o l’altro candidato al ballottaggio. Non era però stato formalizzato alcun apparentamento, ipotesi che era stata immediatamente scartata sia da Colossi sia da Abondio.

L’affluenza finale è stata del 52,98%, (alle 19 era del 39,16% e alle 12 del 20,44%).

Dopo essere stato sindaco di Rogno per dieci anni, Colossi ora è pronto per la nuova avventura.

Questo il suo primo commento: “È la vittoria di un Sogno, di un ProgettoVero e credibile, di una squadra di ragazzi incredibili (candidati e gruppo di lavoro) con una storia personale da raccontare e di 4018 cittadini che con noi hanno creduto in questa passione e voglia di cambiamento. Una battaglia titanica contro giganti e contro i luoghi comuni. È la vittoria di chi crede che nulla è impossibile se c’è amore per la città. Da questo momento mi sento il Sindaco di tutti, anche di chi non ha votato o non ci ha votato. Questa sfida la vinciamo tutti insieme”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI