L'incidente

Infortunio sul lavoro a Milano, è morto l’operaio di Pontirolo

L'uomo, impegnato nella ristrutturazione di un sottotetto, colpito dal cestello di una gru precipitato improvvisamente da 15 metri di altezza

È morto all’ospedale Niguarda di Milano l’operaio di 59 anni, Graziano Chiari, originario di Pontirolo rimasto ferito durante dei lavori di ristrutturazione di un sottotetto nella giornata di sabato 25 giugno: era arrivato già in condizioni disperate, è spirato nel pomeriggio di domenica.

L’uomo, impegnato insieme ai colleghi in via Manfredini nel capoluogo lombardo, è stato colpito dal cestello di una gru che, per cause in fase di accertamento, si sarebbe staccato da un’altezza di circa 15 metri finendo sul camion a bordo del quale si trovava il 59enne.

I primi a prestargli soccorso alcuni agenti della polizia locale che si trovavano poco distanti, che hanno iniziato le manovre di rianimazione in attesa dell’arrivo del personale medico del 118: già in arresto cardiaco e con un forte trauma cranico, l’uomo è stato trasportato d’urgenza in condizioni critiche al Niguarda.

L’incidente attorno alle 9, poco dopo l’arrivo degli operai delle ditte incaricate dei lavori: da verificare se il cestello si sia staccato per un eccessivo carico o per un guasto improvviso che ha causato la rottura del braccio della gru.

Secondo alcuni testimoni il 59enne avrebbe provato disperatamente ad abbandonare il camion su cui era montato il mezzo meccanico, poi posto sotto sequestro.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI