La mobilitazione

Sciopero low cost, pochi voli cancellati a Orio. I sindacati: “Non c’è dialogo”

Filt Cgil e Uil Trasporti chiedono, tra le altre cose, l'adeguamento dei salari ai minimi previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo e la cancellazione dell’accordo sul taglio degli stipendi

Orio al Serio. Quattro voli cancellati (per Bari, Lourdes, Berlino e Palma di Maiorca), una decina in ritardo. È il bilancio della giornata di sciopero dei piloti e gli assistenti di volo delle compagnie aree low cost Ryanair, EasyJet, Volotea, Malta Air e CrewLink all’aeroporto di Orio al Serio.

Sullo sciopero di 24 ore delle compagnie aeree del gruppo Ryanair “sono assolutamente insufficienti e inadeguati i segnali per fermare la nostra mobilitazione, che proseguirà già nel mese di luglio fino a quando non otterremo il dialogo con la compagnia, volto all’adeguamento dei salari ai minimi previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo, alla cancellazione dell’accordo sul taglio degli stipendi, introdotto per affrontare un periodo di crisi non più attuale, al pagamento delle giornate di malattia ed al riconoscimento delle giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva – spiegano i sindacati Filt Cgil e Uiltrasporti -. Inoltre, tutti i passeggeri che hanno subito la cancellazione del proprio volo, oltre a poter scegliere tra il rimborso o l’imbarco su un volo alternativo, possono richiedere, attraverso il sito della compagnia, un indennizzo da 250 a 600 euro ai sensi della normativa europea sui diritti dei passeggeri”.

Il segretario generale della Uil Trasporti Bergamo, Giacomo Ricciardi, rimarca la “massiccia partecipazione del personale a questo sciopero”, con una buona partecipazione anche al presidio di sabato mattina allo scalo di Orio al Serio.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Arrivi Orio al serio aeroporto
Il presidente sanga
Orio resiste anche agli scioperi: a maggio e giugno ancora oltre il milione di passeggeri
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI