La tragedia

Bimba di 11 mesi uccisa al nido in Francia: la famiglia ha origini bergamasche

Con l’accusa di omicidio volontario è in carcere una dipendente del nido: avrebbe fatto bere alla piccina una sostanza caustica

La famiglia è bergamasca, e ha vissuto a Torre Boldone dove ancora risiedono i nonni, i genitori del papà, Fabio Bertuletti, ingegnere 37enne. Lei è la piccolissima vittima di una tragedia avvenuta in un asilo nido di Lione, in Francia.

Venerdì 24 giugno la procura di Lione ha infatti incriminato una dipendente del nido, sospettata di aver ucciso una bambina di 11 mesi dopo averle fatto ingerire una sostanza caustica perché non sopportava il suo pianto. La piccola avrebbe compiuto un anno giovedì.

La bambina era stata trovata agonizzante dai vigili del fuoco in questo asilo nel 3° arrondissement mercoledì mattina, poi è morta nell’ospedale dove era stata trasportata.

Interrogata in cella dai carabinieri, l’unica educatrice dell’asilo nido presente al momento dei fatti avrebbe confessato che, travolta dal pianto della piccina, “le aveva fatto ingerire un prodotto”, racconta il quotidiano Le Figaro riprendendo le parole dell’accusa che non aveva creduto a un incidente.

Sembra, stando ai giornali francesi, che il prodotto fatto ingerire alla bimba sia il Destop, un potente lubrificante liquido.

La dipendente, 27 anni, da venerdì è incriminata di “omicidio volontario”, ha affermato l’accusa, che ne ha chiesto il collocamento in custodia cautelare.

Il resto delle indagini dovrà determinare le circostanze esatte di questo dramma e “approfondire gli elementi relativi alla personalità” della donna.

A Torre Boldone, la notizia ha colpito tutti: “Ho appreso questo fatto – dichiara il sindaco Luca Macario -. Stando a quanto mi risulta, dovrebbe trattarsi di una famiglia bergamasca che si è trasferita in Francia da tempo. E l’ultima residenza l’avevano avuta proprio qui, a Torre Boldone”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
asilo nido
Le indagini
Lione, uccisa a 11 mesi con la soda caustica: la maestra di Lisa era stata abilitata da poco
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI