Quantcast
Ederson, un brasiliano per l’Atalanta: tutto sulla rivelazione dell’ultimo campionato - BergamoNews
Calciomercato

Ederson, un brasiliano per l’Atalanta: tutto sulla rivelazione dell’ultimo campionato

Portato alla Salernitana da Walter Sabatini a gennaio, ha impressionato tutti per forza fisica, tecnica e atletismo: e quel gol a Bergamo…

Ederson si avvicina sempre di più all’Atalanta. Le ultime indiscrezioni di mercato vedono il centrocampista brasiliano verso il trasferimento a Bergamo: sembra solo una questione di tessere del puzzle che devono andare a posto, con alcune cessioni da ultimare prima di definire la questione.

Già nelle scorse settimane dalla Salernitana avevano confermato un forte interesse dei bergamaschi, che con il passare dei giorni si è sempre più concretizzato. Un’operazione di primissimo piano, con un cartellino del prezzo certamente non ridotto, visto che difficilmente i campani accetterebbero una cifra inferiore ai 20 milioni di euro — anche alla luce di quanto hanno sborsato per strapparlo al Corinthians a gennaio: circa 6 milioni di euro. Un’enormità per una squadra neo-promossa.

A scommettere sul classe 1999, il cui nome completo è Éderson José dos Santos Lourenco da Silva, è stato Walter Sabatini, ex direttore sportivo della Salernitana e ‘santone’ del calcio italiano, che già dopo i primi giorni in Italia aveva previsto un salto di qualità per il nativo di Campo Grande, vicino al confine con il Paraguay: “Ho agganciato questo Ederson, un giocatore di 22 anni che presto andrà a fare la mezzala in un grande club. Gli ho visto fare due accelerazioni impressionanti”.

Il primo club a credere nelle sue potenzialità è stato il Cruzeiro, nella Serie A brasiliana, poi Corinthians e Fortaleza gli hanno dato ulteriori opportunità di crescita. Già a 19 anni il suo nome era sul taccuino degli scout, anche complice un’apparizione con la nazionale Under 20 del Brasile. Aveva condiviso il campo con la superstar del Real Madrid Vinicius Junior e anche con un altro ex atalantino, il primavera Rodrigo Guth.

La Salernitana lo ha portato nel calcio europeo e lo ha lanciato immediatamente. Una panchina alla prima, poi subito protagonista. Le sue doti sono immediatamente sembrate evidenti: facilità di corsa e grande accelerazione, unite ad una fisicità ben sopra la media. 182 cm di esplosività che hanno sorpreso tutti in Italia. L’ex tecnico atalantino Stefano Colantuono ne ha fatto immediatamente un titolare e anche Davide Nicola che ha preso il suo posto non ha mai rinunciato a lui.

Complice lo schieramento tattico della Salernitana, il 22enne (saranno 23 il prossimo 7 luglio) ha giocato per la maggior parte della sua annata da mezzala, soprattutto partendo dal lato sinistro del campo, pur essendo un destro naturale. Ma senso del dribbling, inserimenti senza palla e ottima resistenza ai contatti lo rendono comunque in grado di giocare in diverse posizioni della linea mediana, indifferentemente a due o a tre, anche da centro-destra.

L’unico neo della sua stagione sonno stati i cartellini gialli: 5 in totale in 15 presenze, che lo hanno anche estromesso dalla sfida decisiva con l’Udinese all’ultima giornata. Sconfitta indolore, visto che la non-vittoria del Cagliari ha permesso comunque di mantenere la categoria.

Radiomercato lo ha accostato con insistenza all’Inter, nei mesi scorsi si è anche parlato di un possibile interessamento del PSG nei confronti del ragazzo. Che però sembra più che mai diretto verso Bergamo, dove lo scorso 2 maggio è stato protagonista di una delle sue migliori prestazioni stagionali.

D’altronde l’asse tra Bergamo e Salerno negli ultimi mesi è stato particolarmente battuto: basti pensare a Matteo Ruggeri e Nadir Zortea, che un anno fa sono volati all’Arechi in prestito e sono stati, insieme ad Ederson, tra i protagonisti della clamorosa rimonta salvezza dei campani.

Non è difficile credere che la dirigenza nerazzurra quel giorno abbia appuntato il suo nome sul taccuino. E se il futuro di Ederson sarà con la Dea probabilmente potrà essere anche grazie a quel posticipo. Sembrava un lunedì sera come tanti. E invece…

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI