• Abbonati
Tecnologia

La vita media di uno smartphone: cosa dicono le ultime ricerche

Il miglioramento tecnologico apportato negli ultimi anni dalle varie case produttrici ai propri smartphone è ben evidente sotto gli occhi di tutti. A beneficiarne sono vari aspetti tra cui anche la durata della batteria. Ma quanto dovrebbe durare uno smartphone per funzionare sempre al top?

Il miglioramento tecnologico apportato negli ultimi anni dalle varie case produttrici ai propri smartphone è ben evidente sotto gli occhi di tutti. A beneficiarne sono vari aspetti tra cui anche la durata della batteria. Ma quanto dovrebbe durare uno smartphone per funzionare sempre al top?

Scopriamo insieme agli esperti tech di MisterGadget quale è la vita media di un cellulare nelle mani degli utenti.

Quanto tenere uno smartphone?

A seguito di un’indagine che ha coinvolto circa 3640 persone, è emerso che la vita dello smartphone della grande maggioranza degli intervistati è superiore ai tre anni. Più in particolare: oltre il 50% delle persone ha indicato una durata che va dai 3 ai 5 anni; il 30% ha risposto almeno 3 anni; il 15% due anni; e il restante 1% meno di due anni.

Lo studio non vuole offrire un’indicazione su quanto tempo bisognerebbe tenere uno smartphone, poiché questo dato dovrebbe provenire dagli esperti di settore, e non da un’intervista alle persone, ma analizza la propensione al cambio device da parte dei consumatori.

Nonostante, come accade spesso in questi casi, i dati non hanno confini precisi, è chiara la tendenza verso l’“innalzamento” della durata media di utilizzo di uno smartphone.

Maggiore vita, si traduce anche in un calo degli acquisti e di conseguenza in minori vendite per le compagnie tech. Un risultato strano, che si scontra con l’obiettivo per cui hanno lavorato molte aziende negli ultimi anni, ovvero ridurre il ciclo di vita di uno smartphone a 2 anni circa.

“Dopo tanti anni in cui le persone sono state spinte a passare a un nuovo telefono quando quello vecchio era perfettamente funzionante, è incoraggiante vedere che molti dei partecipanti al nostro sondaggio si tengono stretti i loro dispositivi più a lungo”, afferma Andrew Moore-Crispin, esperto di comunicazione della Ting Mobile, azienda che ha organizzato il sondaggio.

Quanto dura uno smartphone: Android vs iPhone

Esiste una netta differenza tra la vita media di uno smartphone Android e quella di un device Apple; quella del secondo è generalmente molto più lunga rispetto a quella di telefoni prodotti da brand come Samsung, Xiaomi o Huawei, grazie all’alta frequenza degli aggiornamenti garantiti e alla maggior qualità dei processori implementati.

Quando si parla della durata di uno smartphone Android, ad influire fortemente è il valore e la qualità delle componenti installate sul device: uno smartphone top di gamma, con un processore di ultima generazione durerà di più rispetto ad uno che supporta un processore vecchio e con componenti di medio basso livello, poiché questi durano necessariamente meno nel tempo.

Per iPhone la questione invece è diversa: l’ultimo aggiornamento software di Apple (iOS 15), è supportato da tutti gli iPhone esistenti fino al modello iPhone 6s; ciò significa che anche uno smartphone uscito nel 2015, può essere aggiornato e mantenere prestazioni ottime.

Android, invece, garantisce solamente tre aggiornamenti del sistema operativo e quattro anni di aggiornamenti di sicurezza.

A onor del vero, occorre anche dire che Samsung, nei suoi telefoni top di gamma, si distingue per un’attenzione unica per quanto riguarda gli aggiornamenti, offrendo così una vita molto più lunga ai propri device di punta.

Il risultato di Strategy Analytics

Strategy Analytics, compagnia di analisi e previsione di tendenze, ha invece pubblicato informazioni discordanti con quelle viste finora, in cui si afferma che la vita di uno smartphone è di circa 18 mesi per iPhone e 16.5 mesi per i Galaxy, quando usati da utenti più giovani.

La situazione cambia nel momento in cui si considerano le “abitudini” di persone più adulte: in questo caso la vita media dello smartphone per entrambi i brand sale a 33 mesi. I risultati di strategy Analytics sono stati estrapolati dall’analisi delle prestazioni dei device.

Quindi, in conclusione, è possibile affermare che non vi siano dati certi sulla durata della vita di un cellulare. Quello che gli esperti raccomandano è di non usare mai uno smartphone una volta interrotti gli aggiornamenti di sicurezza, poiché l’utente rischierebbe di risultare vulnerabile e perdere una grande quantità di dati sensibili.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI