A cicognara

Bulli e maleducati in oratorio. E il parroco bergamasco lo chiude

Don Andrea, originario di Brignano: "Per adesso chiudiamo per un giorno, poi chiuderemo per una settimana. Questa è la nostra casa: se entri, rispetti le regole. Oppure stai fuori"

Un giorno senza oratorio. Per punizione. Lo ha deciso don Andrea Spreafico, parroco di Cicognara nel Mantovano, originario della provincia di Bergamo, di Brignano Gera d’Adda.

“Per adesso chiudiamo per un giorno, poi chiuderemo per una settimana. Questa è la nostra casa: se entri, rispetti le regole. Oppure stai fuori” recita il cartello del sacerdote.  Un cartello nel quale don Andrea elenca i motivi per i quali si è visto costretto alla chiusura dell’oratorio.

E le ragioni possono essere sintetizzate con un termine: maleducazione.

O meglio, inciviltà: escrementi ovunque nei bagni, sedie abbandonate ovunque, bimbi piccoli non accompagnati in bagno dai genitori e persino “comportamenti da bulli violenti”.

Una serie di modi di fare che hanno fatto decidere al parroco di ricorrere alle “maniere forti”, ovvero chiudere quella che dovrebbe essere la casa della comunità e cioè l’oratorio.

E se la situazione non dovesse cambiare, la chiusura potrebbe essere prolungata anche a una settimana.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI