• Abbonati
Elezioni 2022

Saccogna a Curno, Carminati a Fornovo e Micheli a Villongo: in Bergamasca tre nuovi sindaci under 35

Sale così a 18 il numero degli under 35 sui 243 comuni della provincia, ovvero il 7,4% del totale. Di questi 18, solo 4 sono donne

Cresce lentamente lo schieramento dei giovani sindaci nella nostra provincia: le amministrative dello scorso 12 giugno hanno portato all’elezione di 3 nuovi primi cittadini under-35. Si tratta di Andrea Saccogna (Curno), Fabio Carminati (Fornovo San Giovanni) e Francesco Micheli (Villongo).

Sale così a 18 il numero di sindaci under-35 su 243 comuni della provincia di Bergamo, ovvero il 7,4% del totale. Di questi 18 solo 4 sono donne (1,64%), tutte elette nella tornata elettorale del 2019: Silvia Lodedo (Cassiglio), Gloria Carletti (Foppolo), Sara Riva (Gromo) e Ilaria Rovelli (Roncobello).

Tornando al dato generale, diventando primo cittadino di Curno a 26 anni, Andrea Saccogna, diventa il secondo sindaco più giovane della provincia bergamasca dietro solo al 23enne sindaco di Onore, Michele Schiavi.

Le vittorie di Saccogna, Carminati e Micheli

Andrea Saccogna (lista “Vivere Curno”) – che abbiamo intervistato nelle scorse settimane – raccoglie il testimone della madre, Luisa Gamba, che ha guidato il paese negli ultimi 5 anni.

La lista “Vivere Curno” ha raccolto il 53,3% delle preferenze e porterà in consiglio comunale tra i banchi della maggioranza altri 3 under-35: Fabio Ravasio (177 voti), Mattia Todeschini (72 voti) e Giuseppe Crotti (46 voti).

Tra le file di “Obiettivo Curno”, lista di Giuseppe Locatelli, sconfitto con il 46,7% dei voti, viene confermato all’interno del consiglio comunale il giovane Paolo Cavagna – qui la nostra intervista ai giovani candidati della lista “Obiettivo Curno” – con 96 preferenze.

A Fornovo San Giovanni Fabio Carminati ha condotto nuovamente al successo la lista “Insieme per Fornovo” con l’82,5% delle preferenze. Carminati, già consigliere di maggioranza nell’ultimo quinquennio, subentra a Gian Carlo Piana.

La più giovane consigliere di maggioranza sarà la 36enne Francesca De Angeli che ha raccolto 23 preferenze.

La lista sconfitta, “La Rete dei Patrioti” che presentava Oscar Rizzini come candidato sindaco, con il 17,5% dei voti, ottiene comunque 4 posti in consiglio comunale. Due di essi saranno occupati da 2 under-35: Michael Cantini (6 preferenze) e Gabriele Omancini (3 preferenze).

La vittoria di Francesco Micheli a Villongo è significativa in quanto Micheli, avvocato di 31 anni già consigliere di minoranza, ha sconfitto Mario Ondei, vice-sindaco uscente che raccoglieva l’eredità della prima cittadina Maria Ori Belometti.

La coalizione di centro-destra che sosteneva Francesco Micheli (Lega-Fratelli d’Italia e Forza Italia) ha ottenuto il 57% delle preferenze contro il 43% della civica “Uniti per Villongo” che aveva governato il paese negli ultimi 10 anni. Rispettivamente con 163 e 115 preferenze sono stati eletti al consiglio comunale, nella maggioranza, Michela Letizia Cadei e Luigi Alberti.

Nessun esponente di minoranza under-35 invece, in quanto nessuno dei 4 giovani candidati ha raccolto preferenze a sufficienza per rientrare tra i 3 candidati consiglieri più votati.

I consiglieri under-35 eletti negli altri paesi

A Leffe, dove l’unico candidato sindaco Marco Gallizioli correva solo contro il quorum del 40%, tutti eletti i giovani candidati della lista “Nuovi orizzonti per Leffe e la sua valle”: Marta Frana (già consigliere nell’ultima legislatura), Luca Elco Basso Bassett, Matteo Beltrami e Annalisa Pezzoli.

Stessa dinamica anche a Sovere e Villa d’Adda. Anche qui vi era un solo candidato sindaco – rispettivamente Federica Cadei (“Sovere Futura”) e Gianfranco Biffi (“El@”) – ed essendo stato raggiunto il quorum tutti i candidati consiglieri sono stati eletti.

Gli under-35 saranno rappresentati nei consigli comunali a Sovere da Senada Nusinovic e Silvia Beretta mentre a Villa d’Adda da Mattia Roncalli, Monica Manzoni e Martina Sala.

Ben 5 i consiglieri sotto i 35 anni eletti a Brembate di Sopra: Martina Bolis, Monica Curiazzi, Ilaria Rota e Matteo Sana arrivano dalla lista del sindaco eletto, con il 53,14%, Tiziano Ravasio (“Patto civico per Brembate di Sopra”) mentre Daisy Marcolongo è stata rieletta nella lista del candidato sindaco del centro-destra (Lega-FDI-FI) Claudio Stucchi, fermatosi al 46,86%.

Sono 4 invece gli under-35 eletti a Nembro. Tre di loro saranno consiglieri di maggioranza con “Paese Vivo”, lista civica guidata da Gianfranco Ravasio, eletto sindaco con il 62,19% dei voti: si tratta di Fabio Moretti (riconfermato), Mariachiara Gualteroni e Marta Avogadri.

La quarta under-35 eletta a Nembro è Francesca Di Vita che sarà nuovamente consigliera di minoranza tra le file di “Rinascinembro”, lista guidata da Giovanni Franco Morlotti, che ha raccolto il 37,81% dei voti.

Il numero di giovani eletti al consiglio comunale scende a 3 a Gandino. La vittoria di Filippo Serravalli di “Insieme per Gandino, Barizza, Cisano” con il 50,79% dei voti porta in consiglio Loris Rudelli e Marica Della Torre. Tra i consiglieri di minoranza trova spazio Mattia Lanfranchi della lista “Idee-Impegno-Risultati” del candidato sindaco Pietro Nodari, sconfitto con il 49,21% dei voti.

Due under-35 eletti invece a Cisano Bergamasco. Con 54 preferenze Alberto Locatelli entra in consiglio comunale tra le fila della lista civica “ViviAmo Cisano” di Antonella Sesana che ha vinto con il 60,83%. Mariangela Vanalli con 56 preferenze sarà consigliera di minoranza per la “Lega” che proponeva come candidato sindaco Pietro Isacchi, sconfitto con il 39,17% dei voti.

Anche ad Averara sono 2 gli under-35 ad entrare in consiglio comunale, o meglio, in questo caso a ritornare. Infatti sia Daniel Baschenis che Roberto Guerinoni sono stati rieletti tra le fila di “Insieme” di Mauro Egman, confermato primo cittadino del paese. Guerinoni, classe ‘97, nella scorsa legislatura era già stato vice-sindaco di Averara.

Un solo under-35 eletto infine nei comuni di Mozzo e Solto Collina. Andrea Bolis con 82 preferenze è stato eletto nel consiglio comunale di Mozzo per la lista del sindaco eletto Gianluigi Ubiali (“Innova Mozzo”).

A Solto Collina sono 46 i voti che portano Davide Romeli al consiglio comunale tra le file della lista “Rinnovamento per Solto” che con il 51,46% dei voti ha visto Maurizio Esti confermarsi primo cittadino del paese affacciato sul lago d’Iseo.

Non disponibili al momento invece i dati sulle preferenze di lista a Carona, Calusco d’Adda, Blello e Arzago d’Adda.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI