Il caso

Malesseri a Roncola, il Codacons annuncia esposto in Procura

Il presidente dell'associazione, Marco Donzelli: "È del tutto inammissibile che venga messa in pericolo la salute della collettività"

Roncola. L’Istituto Superiore di Sanità lo definisce come una delle cause più comuni di gastroenterite acute di origine non batterica, il norovirus rappresenta un grave problema circa la sicurezza alimentare.

La presenza di questo virus è stata rinvenuta nelle acque correnti dalle fontanelle pubbliche di Roncola, a seguito delle numerose segnalazioni di cittadini e turisti che hanno manifestato profondo malessere dopo aver bevuto da tali fonti. Fortunatamente le complicazioni non sono fatali: nausea, vomito, forti crampi addominali e dissenteria, questi sono i sintomi del norovirus.

“Non è la prima volta che l’area bergamasca si trova coinvolta in circostanze di acque compromesse: fiumi, laghi, bacini irrigui e ora addirittura l’acqua potabile – afferma il presidente del Codacons, Marco Donzelli -. È del tutto inammissibile che venga messa in pericolo la salute della collettività. Pertanto, il Codacons presenterà esposto in procura per i danni causati”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
acqua, fontanella
Le analisi
“Malesseri a Roncola, norovirus in alcuni campioni d’acqua”: di che cosa si tratta
acqua, fontanella
Il caso
Malori a Roncola e Piazzatorre, Ats: “Fate bollire l’acqua prima dell’utilizzo alimentare”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI