L'evento benefico

La serata dei Malinovskyi per l’Ucraina: raccolti oltre 40mila euro fotogallery video

Battute all'asta maglie e prodotti del territorio. Presenti imprese locali e le autorità, dal vice Sindaco Gandi al Console Ucraino. Roksana: "Vogliamo aiutare i bambini profughi".

Bergamo. Il giallo e il blu, i colori della bandiera dell’Ucraina che rappresentano il grano e il cielo, brillano Ai Colli Di Bergamo Golf, dove si è svolta la serata organizzata dal fantasista dell’Atalanta Ruslan Malinovskyi e della moglie Roksana, imprenditrice: una raccolta fondi con asta in favore del popolo ucraino colpito dalla guerra.

Oltre 200 presenti, imprenditori bergamaschi e aziende locali che hanno offerto il loro sostegno attraverso donazioni, prodotti o esperienze. Attraverso l’asta e i posti a tavola, l’associazione Malinovskyi Charity ha potuto raccogliere 41mila euro.

“Il ricavato di questa serata andrà ai bambini che hanno perso i genitori, alle famiglie in difficoltà – ha voluto sottolineare Roksana – Tanti non hanno niente da mangiare. Abbiamo imparato che bisogna dare attenzione a ciò che teniamo, perché non sappiamo cosa potrà succedere domani. Questa situazione mi ha insegnato che dobbiamo essere uniti”.

Presenti anche le istituzioni, dalle autorità ucraine, dal Console Stanislav Plakhotnyi al vice Sindaco di Bergamo Sergio Gandi: “Vedere un campione dello sport che però è anche un esempio di come si sta nella comunità è un grande modello che ci è più giovane più cogliere”, ha voluto evidenziare Gandi sul palco dell’evento condotto da Ismaele La Vardera.

All’asta anche maglie autografate di compagni di nazionale di Malinovskyi, come Yarmolenko, Mykolenko, Yaremchuk o Zinchenko, ma anche di altre star della Premier League come Richarlison dell’Everton o Bernardo Silva, Kevin De Bruyne o Fernandinho del Manchester City. E, ovviamente, una maglia dell’Atalanta, numero 18, di Malinovskyi stesso.

“A Bergamo ho trovato tante persone di cuore – ha detto – molti tifosi sono venuti da me a chiedermi come fosse possibile aiutare. Vogliamo supportare i civili, questi fondi non verranno utilizzati per armi o altro. C’è chi ha perso la casa, i genitori, il lavoro, chi chiede cibo. Oggi siamo qui per questo”.

“Ritrovare i miei compagni di nazionale è stato molto emozionate. Molti parenti dei miei compagni stanno combattendo sul confine delle città. Diciamo che abbiamo lavorato un po’ di più. Abbiamo giocato sempre molto bene. Il nostro popolo è molto forte, attaccato alle proprie radici, vogliamo proteggere la nostra terra. Anche quando abbiamo giocato in Polonia nell’ultima partita, in molti hanno fatto cori per l’esercito”.

La serata ha regalato anche un momento di grande commozione grazie alla voce di Ameli Popovich, in arte Ameli TVIT, cantante italo-ucraina di 9 anni che ha 4.5 milioni di follower su YouTube, che si è esibita con una canzone dedicata al nonno, scomparso in guerra in Ucraina. Sul palco anche il cantante Alfonso Oliver e balli folkloristici ucraini, che hanno animato una serata all’insegna della beneficienza.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Roksana Malinovska
L'iniziativa benefica
I Malinovskyi a sostegno dell’Ucraina, Roksana: “A Bergamo la mia vita”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI