Giovedì mattina

Funerale di Bosatelli, in lacrime il figlio Fabio: “Adesso pensa alla tua stella, e raggiungila” fotogallery video

Monsignor Giulio Dellavite: "Poche ore prima di morire mi ha chiamato per dirmi che la sintesi che mi aveva affidato per il suo addio era da correggere"

Bergamo. “Negli ultimi mesi ha ripetuto a noi familiari quanto fosse sereno. ‘Fabio, sono sereno, capisco che ci dev’essere un limite alla vita purtroppo. Se ne avessi ancora un po’ non mi dispiacerebbe, ma la cosa importante è che sono veramente sereno’. Questa serenità in questi giorni mi ha dato la forza aggiuntiva, unita agli abbracci che abbiamo ricevuto. Ci avete regalato l’energia. È come se uscissimo da questi giorni con un bagaglio di energia talmente forte da sentirci pronti a guardare avanti, a guardare avanti con la stessa serenità e con la stessa dignità che lui ha avuto anche negli ultimi giorni. E finalmente, per una volta, posso dirgli anch’io ‘Lasciati servire. Pensa alla tua stella, e raggiungila’”. Con queste parole giovedì mattina Fabio Bosatelli ha salutato di fronte ai presenti, tantissimi, nel Duomo di Bergamo il padre Domenico, il fondatore della Gewiss scomparso lunedì sera a 88 anni.

Un ricordo commovente che si è lasciato andare alle lacrime solo sul finale. Parole toccanti alle quali il Duomo ha risposto all’unisono con un lungo applauso. Fabio Bosatelli ha preso la parola nonostante il dolore. “Non me la sento, ma sento che lo devo fare, a nome dei miei fratelli e di tutta la mia famiglia per ringraziarvi dell’affetto che ci avete dimostrato. Forse ce lo aspettavamo, ma così intenso, così forte che è entrato nel cuore no”.

Ha voluto lasciare un’immagine più intima del padre Domenico, un’immagine che restituisce la forza e la spensieratezza con cui è riuscito a vivere i suoi ultimi anni. “Due o tre anni fa quando il suo corpo, segnato dall’età e da qualche acciacco, da una parte iniziava a lasciare qualche pezzo per strada, dall’altra quasi per incanto la sua parte spirituale prendeva ancora più forza. Quelli che erano il suo sentire, il suo credere, i suoi ideali e i suoi valori per cui tutta la vita ha combattuto andavano a sopperire la parte fisica che negli ultimi anni lo ha fatto arrabbiare. Perché non accettava che il fisico non stesse al passo con la testa”.

La cerimonia funebre in ricordo del Cavaliere del Lavoro Domenico Bosatelli è stata celebrata da Monsignor Giulio Dellavite, che ne ha ripercorso gli ultimi giorni di vita. “Poche ore prima di morire mi ha chiamato, non perché avvertiva terminato il suo tempo, ma con una manciata di fiato mi ha chiamato per dirmi che la sintesi che mi aveva affidato per il suo funerale era da correggere, bisognava aggiungere una frase: ‘La fortuna è quando un talento trova un’opportunità dentro un ideale e diventa responsabilità per la bellezza del benessere esistenziale comune’.

Questo è il suo testamento, il principio che Domenico mi ha chiesto di condividere con voi come sintesi della sua vita”. La fortuna, la buona sorte, per Bosatelli esisteva ma solo se accompagnata da valori alti. Come quelli che ha portato avanti durante la sua vita – l’aiuto del prossimo la curiosità, la determinazione, la sete di conoscenza – e che lo hanno condotto, come riporta anche il titolo della sua autobiografia, oltre le stelle.

“‘Dove vai?’ chiedono gli apostoli a Gesù. ‘Dove vai?’ lo chiediamo noi oggi a Domenico. Ma la risposta la sappiamo. Hai sempre voluto cercare ciò che era oltre le stelle. Hai sempre creduto di essere oltre le stele. Ora che ci sei davvero, preparaci un posto come solo tu sai fare. Perché là dove sei tu noi vogliamo arrivare: oltre le stele. Buon paradiso, Domenico”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Funerale Bosatelli
Giovedì mattina
Folla in cattedrale per l’addio a Bosatelli, presenti Montezemolo e Moratti
Domenico Bosatelli
L'istantanea
Bosatelli visto da vicino, giusto il tempo di una sigaretta
Domenico Bosatelli
Politica
Domenico Bosatelli, tantissimi i messaggi di cordoglio dei politici bergamaschi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI