Elezioni amministrative 2022

Vivere Curno fa il bis con Saccogna (53.3%). Locatelli battuto per la seconda volta

Cambio di guardia “in famiglia” per la lista Vivere Curno, con il giovane 26enne che prende il posto della madre Luisa Gamba, sindaco uscente

Curno. Un brindisi con tutta la squadra, i sostenitori e un fiume di abbracci.

“Oggi sono consentiti” si lascia andare Andrea Saccogna, 26 anni e nuovo sindaco di Curno. Cambio di guardia “in famiglia” per Vivere Curno quindi, con Saccogna che prende il posto della madre Luisa Gamba, sindaco uscente. Una sfida combattuta nei primi seggi, ma poi Vivere Curno ha preso il largo: alla fine le urne lo hanno eletto primo cittadino con il 53.3% dei voti contro il 46.7% dello sfidante Giovanni Locatelli di Obiettivo Curno, la lista di centrodestra unito. Sono 1680 i voti di Saccogna, 210 in più rispetto a quelli di Locatelli (1470). A Curno l’affluenza è stata del 51.10%: hanno votato in 3251 su 6362 aventi diritto al voto. 101 le schede non valide (48 nulle, 52 bianche e 1 contestata).

“Sono contentissimo – sono le prime parole di Saccogna – perché abbiamo fatto davvero una bella campagna, abbiamo avvicinato tante persone nuove, abbiamo comunicato la nostra visione per Curno in maniera positiva e i cittadini ci hanno dato ragione. La prima cosa da fare è sicuramente prendere in mano i tanti progetti dell’amministrazione attuale e capire come rafforzarli, valorizzarli e sostenerli, e iniziare a impostare un lavoro importante sulla sostenibilità ambientale che è un punto cardine del nostro programma”.

Tra gli amici venuti a Curno per sostenere Saccogna anche il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella e il segretario provinciale dem e sindaco di Scanzorosciate Davide Casati.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI