Il caso

Il sindaco di Roncola: “L’acqua è potabile”. I malesseri causati da un virus?

Marcellino Rota: "I tecnici di Ats hanno effettuato nuovi prelievi, attendiamo le 48 ore necessarie alle analisi. Ma secondo le disposizioni degli enti preposti l'acqua si può bere"

Roncola. Tutto è partito dalla fontanella del campo sportivo di Roncola, che lo scorso fine settimana ha ospitato un torneo di calcio. Al termine delle partite in molti si sono dissetati con l’acqua fresca che sgorga dalla fontana pubblica e in diversi hanno accusato malessere, mal di pancia, problemi gastrointestinali. Tanto che due giovani sono stati portati in ospedale con una gastroenterite acuta.

Ma a quanto pare l’acqua non c’entra nulla. Ats ne ha prelevato un campione e lo ha analizzato: nessuna presenza di batteri o agenti patogeni. Lo ha fatto con tutte le cautele del caso, compresa quella di scaldare con un cannello l’imboccatura della fontana per disinfettarla, perché magari qualcuno affetto da virus gastrointestinale ci poteva aver appoggiato la bocca o le mani contagiando così chi aveva bevuto dopo di lui.

Sui social sono parecchie le testimonianze di persone che hanno scritto di aver avuto problemi di salute. Diversi iscritti al gruppo Facebook ‘Pedaliamo in Brianza’ hanno commentato un post dove si consigliava di non rabboccare la borraccia alla fontana di Roncola perché alcuni ciclisti avevano avuto problemi di vomito e febbre. In molti hanno risposto di accusato gli stessi sintomi.

Il sindaco di Roncola, Marcellino Rota, dichiara: “Il Comune non ha emesso nessuna ordinanza in merito alla potabilità dell’acqua. Semplicemente, prima di ottenere il responso di Ats, ho consigliato in via cautelativa alle persone iscritte al gruppo Whatsapp di Roncola, di bollire l’acqua prima di berla. Personalmente l’ho sempre bevuta e non ho mai avuto problemi. Nell’acqua possono essere presenti batteri coliformi, che a qualcuno, magari più sensibile, potrebbero causare sintomi gastrointestinali lievi o importanti. So di altre persone che in questi giorni hanno avuto la stessa sintomatologia bevendo acqua di altri bacini”.

Non si esclude quindi la presenza di un virus, che con l’acqua non ha nulla a che vedere, e potrebbe essere responsabile dei malesseri diffusi.

Il sindaco chiede di pazientare: “Ats ha confermato che l’acqua è potabile. I tecnici martedì e mercoledì hanno effettuato dei nuovi prelievi in altri punti del paese e le analisi richiedono tempi tecnici di 48 ore. Quindi per il momento mi rifaccio alla prima comunicazione dell’Azienda di tutela della salute e confermo che l’acqua di Roncola si può bere senza nessun problema”.

Dichiara lo stesso Alessandro Frigeni, sindaco di Almenno San Bartolomeo: “Ho sentito Uniacque, che è l’ente proprietario e gestore della rete idrica, anche questa mattina (mercoledì 8 giugno ndr) e mi hanno confermato che l’acqua nel nostro Comune è potabile”.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
acqua, fontanella
Il caso
Malori a Roncola e Piazzatorre, Ats: “Fate bollire l’acqua prima dell’utilizzo alimentare”
acqua, fontanella
Le analisi
“Malesseri a Roncola, norovirus in alcuni campioni d’acqua”: di che cosa si tratta
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI