Calciomercato

Atalanta, c’è l’offerta per Ederson: ma la Salernitana spara alto

Il brasiliano è stato uno dei artefici della miracolosa salvezza dei campani e ha attirato le attenzioni di diverse squadre italiane ed estere: c'è anche l'Inter

Che all’Atalanta piaccia il profilo di Ederson José dos Santos Lourenço da Silva era cosa nota: il centrocampista brasiliano, tra i maggiori artefici della incredibile rimonta salvezza della Salernitana, ha avuto un impatto clamoroso col campionato italiano e dal suo arrivo quasi sul gong del mercato di gennaio è stato da subito un perno della formazione di Davide Nicola.

Forte fisicamente, dinamico e con un grande senso tattico, Ederson non corrisponde esattamente all’identikit del centrocampista goleador ma in Serie A in quindici presenze ha messo a segno due reti dal peso specifico incalcolabile per i campani, una delle quali proprio a Bergamo nell’1-1 della trentacinquesima giornata.

E, notizia delle ultime ore, per lui proprio l’Atalanta avrebbe già mosso i primi passi concreti per provare a vestirlo di nerazzurro. A svelare le avance atalantine è stato l’amministratore delegato della formazione campana Maurizio Milan che, in un’intervista rilasciata a Il Mattino, ha rivelato di avere sul tavolo un “interesse da parte dell’Inter e un’offerta tangibile dell’Atalanta”.

Fino a qui, tutto bene. Un po’ meno, forse, per la valutazione che la Salernitana fa del giocatore, superiore ai 20 milioni di euro, e per la concorrenza che potrebbe non essere limitata ai nerazzurri di Milano: “Ci potrebbe essere anche un club straniero in arrivo la settimana prossima”, ha aggiunto Milan.

Motivi per i quali la trattativa sarà tutt’altro che semplice, soprattutto se si dovesse innescare una piccola asta. Da un lato appare difficile che l’Atalanta possa accontentare le richieste economiche della Salernitana e dall’altro i campani, forti di un contratto fresco di 6 mesi col calciatore e con scadenza 2026, non hanno alcuna necessità di privarsene, se non di fronte a offerte irrinunciabili.

È possibile però che, dati gli ottimi rapporti tra le due società, i colloqui in corso si siano sviluppati anche sulla base di alcune contropartite tecniche che potrebbero rientrare nell’affare per abbassare il prezzo. Due nomi su tutti quelli di Matteo Ruggeri e Nadir Zortea, gli esterni di proprietà dell’Atalanta e cresciuti a Zingonia che già quest’anno, a fortune alterne, si sono fatti le ossa in maglia granata.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI