• Abbonati
A gazzaniga

Campionati Italiani di corsa in montagna, trionfano Chevrier e Ghelfi

Il portacolori dell'Atletica Valli Bergamasche si è confermato “profeta in patria” imponendosi nella “Corsa del Settantesimo”. Francesca Ghelfi ha fatto il vuoto sin dalle prime battute

Gazzaniga. Edizione targata Val Seriana per i Campionati Italiani di corsa su strada. La competizione tricolore, organizzata da La Recastello Radici Group, è infatti andata in scena a Gazzaniga nella mattinata di domenica 5 giugno regalando il successo a Xavier Chevrier e Francesca Ghelfi.

Il portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche si è confermato “profeta in patria” imponendosi nella “Corsa del Settantesimo” dopo aver affrontato la kermesse nazionale fianco a fianco con il compagno Cesare Maestri.

Deciso a onorare nel migliore dei modi la prova dedicata alla fondazione de La Recastello, Chevrier ha terminato le proprie fatiche in 53’10” distanziando di soli undici secondi Maestri e di quarantacinque Alberto Vender (Sa Valchiese).

“È stata una gara condivisa con il mio amico di sempre e compagno di squadra. Ce la siamo giocata fin dall’inizio prendendo distanza dal gruppo e sull’ultima discesa abbiamo mantenuto il margine tra uno e l’altro – ha sottolineato il 32enne valdostano nel dopo-gara -. La mia squadra è di un paese vicino a Gazzaniga ed è particolarmente emozionante gareggiare per i settant’anni de La Recastello, perché qui è nata la corsa in montagna, qui si è fatta la storia della disciplina e qui ancora vive. Ci giocheremo il campionato a Premana con la prova di sola salita, ma ora dobbiamo prendere le misure per gli Europei nelle Canarie”.

Discorso diverso invece in campo femminile dove Francesca Ghelfi ha fatto il vuoto sin dalle prime battute ampliando con il passare dei chilometri il divario che la separava dalle avversarie.

La rappresentante della Podistica Valle Varaita ha fermato il cronometro in 1h2’57” lasciandosi alle spalle Sara Bottarelli (FreeZone, 1h04’22”), a promessa Alessia Scaini (Atletica. Saluzzo, 1h04’29”) e la padrona di casa Alice Gaggi (La Recastello Radici Group, 1h05’10”).

“Nella prima gara di stagione è meglio non risparmiarsi e sapendo che dietro di me correvano i leoni, ho dato tutto da brava gazzella – ha commentato Francesca Ghelfi – Sono stata davvero entusiasta di ritrovare le atlete che mancavano da un po’ e soprattutto in un percorso variegato e con molta salita come questo”.

A livello giovanile da segnalare le vittorie di Elia Mattio (Podistica Valle Varaita) e Axelle Vicari (Sisport) fra gli juniores così come di Luca Merli (Sa Valchiese) e Vivien Bonzi (La Recastello Radici Group) fra le promesse con quest’ultima capace di regalare la medaglia d’oro alla formazione organizzatrice.

Weekend pieno di soddisfazioni per l’atletica leggera bergamasca che si è messa in luce anche in pista in occasione del Challenge Assoluto andato in scena a Firenze.

La competizione valida per la qualificazione ai Campionati Italiani ha infatti regalato al movimento orobico una doppietta nella dieci chilometri di marcia firmata da Lidia Barcella (Bracco Atletica) e Beatrice Foresti (Atletica Bergamo 1959).

La 25enne di Villa di Serio ha preso subito il largo completando la distanza in programma in 49’07”11 e distanziando di quasi due minuti la giovane conterranea.

Nel mezzofondo da segnalare i trionfi di Federica Cortesi e Gaia Colli (Atletica Valle Brembana) che sono andate rispettivamente a segno nei 1500 e 5000 metri.

La 22enne di San Giovanni Bianco ha sfiorato il personale sulla distanza più breve fermando le lancette dell’orologio in 4’19”69, mentre la compagna bellunese si è ripresa dopo il ritiro patito in Coppa Europa tagliando la fettuccia d’arrivo in 16’35”90.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI