La nomina

Franco Togni, Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana fotogallery

La consegna dell’onorificenza al patron di Automha

Bergamo. Franco Togni, Presidente e Fondatore di Automha, leader factory nel settore dei magazzini automatici e delle soluzioni intralogistiche, è stato nominato Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Quale occasione migliore del 76° anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana, per celebrare questo importante traguardo? Questa mattina, in una cerimonia tenutasi presso il
Palazzo della Provincia e della Prefettura, il Prefetto della provincia di Bergamo Enrico Ricci ha consegnato ai bergamaschi meritevoli il diploma di onorificenza.

Un riconoscimento ricevuto per il suo continuo impegno nei confronti dello sviluppo sociale (importante il progetto di Corporate Social Responsibility di Automha) e per l’alta attenzione che da sempre rivolge ai suoi collaboratori. Non sono passate dunque inosservate le iniziative rivolte alla comunità, alle nuove generazioni e soprattutto al genere femminile nel mondo del lavoro. Automha è infatti la prima azienda in Italia ad aver avviato un’iniziativa a favore delle lavoratrici con figli da 0 a 10 anni, offrendo loro la possibilità di usufruire di una riduzione pari al 25% dell’orario lavorativo a parità di stipendio.

“Investire sulle persone è da sempre un principio cardine nella mia vita e storia imprenditoriale. Questo riconoscimento mi riempie di orgoglio, ma dimostra che la persona è al centro di ogni
iniziativa, progetto, attività, non solo lavorativa. Un’onorificenza di questo calibro proprio non me la aspettavo. Quando me l’hanno comunicato sono rimasto senza parole” ha commentato Franco Togni. 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
A 85 bergamaschi l'onorificenza della Repubblica
Le nomine
Medici, forze dell’ordine, imprenditori: a 85 bergamaschi l’onorificenza della Repubblica
A 85 bergamaschi l'onorificenza della Repubblica
Perché?
“Nessun infermiere tra le onorificenze di Mattarella: da eroi del Covid a signori nessuno”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI