• Abbonati
Alla fiera dei librai

Veronica Pivetti e il suo giallo comico: “Non smetterò di scrivere, mi fa sentire libera” video

“Tequila bang bang”, 480 pagine per 480 – e oltre - risate

Bergamo. Attrice, doppiatrice, conduttrice televisiva e radiofonica, e ora anche giallista. Giallista comica, per l’esattezza. Con il libro “Tequila bang bang. Un giallo messicanoVeronica Pivetti riesce a stupire, ancora una volta, pubblico e lettori.

Quello presentato alla Fiera dei librai di Bergamo nella serata di domenica 29 maggio è il quarto romanzo dell’attrice milanese. Un nuovo colore, il giallo e la stessa anima comica.

“Io declino tutto in commedia – commenta Veronica Pivetti – è il mio modo di esprimermi”. Quattrocentottanta pagine per quattrocentottanta – e oltre – risate. Dopo aver letto le prime righe, non è più possibile fermarsi.

Sicuramente le tre protagoniste della vicenda incuriosiscono i lettori. La storia di crimini e omicidi ruota attorno a un trio femminile: una ex ballerina del Crazy Horse (uno dei più celebri locali di cabaret di Parigi, il suo ex marito – che ora è diventato Corinna -, e sua madre, la super cattiva del romanzo.

Da Roma, alla Cina, ai narcotrafficanti del Messico. Amori, crimini efferati e splatter quanto basta. Insomma, in questo libro non manca nulla.

“La difficoltà di scrivere un romanzo giallo è dare vita a una storia plausibile – spiega l’autrice – Per questo studiato tantissimo. A volte mi capitava che dopo dieci ore di lavoro avevo scritto solo nove righe: ero disperata”.

Per fare in modo che il quadro fili, bisogna prepararsi, soprattutto nel caso di romanzi gialli. Questo perché “fantasia non equivale a libero arbitrio. La storia deve essere plausibile per far sì che il lettore non si senta preso in giro”.

Nelle regole della scrittura l’attrice ha trovato una nuova libertà. “Quando scrivo mi sento libera perché riesco a essere spudorata – dice – Metto sempre un pezzo di me nei personaggi e i fatti che succedono”.

“Un libro per me è come una confessione – aggiunge – Scrivere per me è ormai fondamentale”.

È molto probabile, quindi, che questo sarà il primo di una serie di gialli comici.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI