Ciclismo femminile

RideLondon Classique, la Valcar-Travel & Service vince la classifica a squadre

La formazione di Bottanuco ha infatti conquistato la classifica a squadre della RideLondon Classique confermandosi ai vertici mondiali del ciclismo femminile.

La trasferta britannica si è conclusa nel migliore dei modi per la Valcar-Travel & Service.

La formazione di Bottanuco ha infatti conquistato la classifica a squadre della RideLondon Classique confermandosi ai vertici mondiali del ciclismo femminile.

La squadra guidata da Davide Arzeni ha infatti avuto modo di sfruttare i risultati ottenuti da Silvia Persico e Chiara Consonni che hanno sfiorato più volte il podio nel corso della kermesse inglese, valida come prova dell’UCI Women’s World Tour.

Il sigillo conclusivo è arrivato nel corso dell’ultima tappa caratterizzata dalla fuga di Anastasia Carbonari, capace di aggiudicarsi il primo sprint intermedio.

A mettere in cassaforte il successo della Valcar ci ha pensato Chiara Consonni che ha colto la piazza d’onore nel secondo traguardo volante ottenendo poi il quarto posto finale alle spalle di Lorena Wiebes (Team DSM).

La giovane olandese si è confermata la dominatrice assoluta della competizione vincendo la graduatoria finale e superando nell’ultima frazione la campionessa del mondo Elisa Balsamo (Trek-Segafredo).

A livello di classifica generale vanno invece segnalate la quinta posizione di Chiara Consonni e il la settima di Silvia Persico che è salita sul gradino più basso del podio nel ranking dedicato alle scalatrici.

A completare l’ottima giornata della Valcar-Travel & Service, Lizzie Stannard si è aggiudicata l’Euganissima Flandres.

L’australiana ha infatti allungato a due chilometri dal traguardo di Lozzo Atestino lasciandosi alle spalle Gaia Realini (Isolmant-Premac-Vittoria) e Jessenia Mendez Gonzales (Colombia Tierra de Atletas).

“È stato un bel modo per festeggiare con due giorni di ritardo il mio 25° compleanno – ha confessato Stannard -. Il percorso era adatto alle mie caratteristiche, con strappi brevi e ripidi. Sono contenta di aver vinto: questo successo cancella in parte un inizio di stagione difficile, in cui mi sono infortunata due volte. Solo ora, dopo le gare in Spagna, sto ritrovando il giusto colpo di pedale. Gareggerò in Italia anche la prossima settimana, poi con le mie compagne mi trasferirò in Svizzera per il Tour de Suisse”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI