• Abbonati
Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Al mercato è il momento dei fiori di zucchina: provali al forno, gratinati e croccanti

C'è un’ottima disponibilità di raccolto con origine locale, freschissimo e di notevole pregio

Bergamo. Sono i fiori di zucchina il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Sulla piazza vi è un’ottima disponibilità di raccolto con origine locale, freschissimo e di notevole pregio.
Prima dell’arrivo della merce del nostro territorio si potevano contare su approvvigionamenti da Latina e dal Veronese, mentre ora non è più necessario perché i volumi su cui si può contare soddisfano le aspettative.

Il rapporto fra qualità e prezzo è ottimo: questi ortaggi rappresentano un’occasione da cogliere per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia.

Ricchi di proprietà per la salute e il benessere dell’organismo, contengono vitamine (A, B1, B2, B3, B9 e C) e sali minerali (ferro, magnesio e potassio), ma non mancano di calcio e fosforo.
Secondo alcune ricerche, infine, aiuterebbero il sistema immunitario alimentando la formazione dei globuli bianchi, stimolerebbero gli enzimi anticancerogeni, contribuirebbero a proteggerci da alcuni problemi della vista come la cataratta e a evitare l’ossidazione del colesterolo.

In cucina sono un ingrediente versatile in grado di rendere gradevole e colorato ogni piatto. Nella tradizione italiana sono sempre stati associati a preparazioni molto golose: fritti, pastellati o cotti al forno, ma sono ottimi anche abbinati alla pastasciutta, farciti con formaggio e prosciutto o in versione vegetariana con le verdure.

Una delle operazioni più importanti quando si preparano i fiori di zucchina è la pulizia: sono molto delicati e basta poco per rovinarli. Pulirli è semplice: bisogna aprirli con delicatezza, eliminare il pistillo, togliere la parte dello stelo, lavarli con acqua fredda e poi lasciarli asciugare.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si annota una buona disponibilità di verdure a foglie della produzione locale. Un ruolo da protagonista spetta all’insalata, presente con un ampio e variegato assortimento.

Allargando lo sguardo, vale la pena di soffermarsi sulle melanzane, che fanno registrare un soddisfacente rapporto qualità/prezzo. L’areale produttivo di riferimento è costituito dalla Sicilia, da dove proviene la maggior parte delle partite. L’incremento dei volumi su cui si può contare spinge le quotazioni verso il basso e le richieste sono in aumento.

Rimane ottima e costante l’offerta dei pomodori, che arrivano soprattutto dalla Sicilia. I valori di mercato sono stabili: non si rilevano particolari variazioni nel costo e meritano, in modo particolare, le varietà a grappolo.

Si intensifica l’offerta dei fagiolini, che si possono trovare con origine nazionale (siciliana) o estera (marocchina). I primi hanno un prezzo più sostenuto a fronte di una qualità differente, ma il divario si sta stringendo sempre più e, per questo, comprare la merce Made in Italy sta diventando più conveniente.

Passando al reparto della frutta, si nota che le albicocche cominciano a esprimere livelli qualitativi soddisfacenti. L’innalzamento delle temperature che nei giorni scorsi hanno raggiunto una gradazione superiore alla media del periodo incide favorevolmente sul grado di maturazione e sulla qualità. Per constatare un vero assestamento dei prezzi e della qualità, però, bisognerà attendere ancora qualche giorno.

Per quanto riguarda la provenienza, la gran parte del raccolto giunge dalle regioni italiane centrali e meridionali.

Per le ciliegie si evince un netto miglioramento sia in termini qualitativi sia di prezzo e le proiezioni delle quotazioni tendono verso il basso. Aumentando i quantitativi degli esemplari con origine nazionale, c’è una maggior reperibilità e il costo scende.

Il livello qualitativo è buono e risulta in progressivo miglioramento, soprattutto per quanto riguarda le caratteristiche organolettiche.

Volge al termine la stagione delle fragole di varietà Candonga, specialità della Basilicata. Al loro posto aumenta la disponibilità di merce dell’Emilia Romagna, del Veneto e del Piemonte. Queste ultime sono in grado di assicurare maggior freschezza e hanno una deperibilità più lenta. Trattandosi di un raccolto nuovo, ad oggi ha un valore di mercato superiore.

Per concludere, si annota un’ottima disponibilità di meloni. A farla da padrone è il raccolto della Sicilia. Sulla piazza, inoltre, si affaccia un ottimo prodotto mantovano, che si può acquistare con quotazioni lievemente superiori.

LA RICETTA

Fiori di zucca al forno (gratinati e croccanti)
Tratta da TavolArteGusto
https://www.tavolartegusto.it/ricetta/fiori-di-zucca-al-forno/

Ingredienti
Quantità per 6 – 8 persone
– 15 -16 fiori di zucca
– 2 uova
– 3 – 4 cucchiai di pan grattato
– 2 – 3 cucchiai di farina ’00
– olio extravergine
– sale

Procedimento
Come fare i Fiori di zucca al forno
Prima di tutto eliminate i punti spinosi dal piccolo dei vostri fiori
Poi roteateli bene nella farina, successivamente nell’uovo , anche qui roteandoli molto bene davanti e dietro
Poi nel pangrattato facendo formare una bella panatura.
Man mano che li realizzate , riponeteli in una teglia rivestita di carta da forno!

Infine aggiungete sulla superficie dei fiori di zucca in teglia un filo d’olio extravergine.
Poi cuocete a 180° per circa 15 minuti nella parte medio alta del forno statico. Devono risultare dorati e croccanti!
Cospargete di sale e servite
I Fiori di zucca al forno sono pronti!

Potete conservare per il giorno seguente a temperatura ambiente!

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI