Quantcast
Stop alla vendita di alcolici in 4 negozi della Malpensata - BergamoNews
Bergamo

Stop alla vendita di alcolici in 4 negozi della Malpensata

Il provvedimento vale dalle 16 alle 24, fino alla fine di luglio

Bergamo. Stop alla vendita di alcolici, sia somministrazione che asporto per quattro esercizi commerciali del quartiere Malpensata, dalle 16 alle 24, fino al prossimo 30 luglio 2022: è questo infatti il contenuto di un’ordinanza pubblicata venerdì pomeriggio sul sito del Comune di Bergamo, provvedimento voluto dal vice Sindaco Sergio Gandi e dalla comandante della polizia locale Gabriella Messina.

Gli esercizi oggetto della disposizione del comune sono tutti ubicati tra le vie Zanica e Mozart e sono stati segnalati più volte per i problemi e il disturbo che i propri clienti creano al quartiere e in particolare ai residenti della zona, come comportamenti generalmente aggressivi, molestie verbali a passanti, violazioni delle norme sull’ordine pubblico.

Dopo il divieto di consumo di alcolici su strada in zona stazione, nella stessa Malpensata e dintorni, divieto stabilito alcuni mesi or sono, ma molto complicato da far rispettare nonostante la presenza costante degli agenti di polizia locale nelle aree in questione, si arriva, quindi, allo stop anche alla vendita. Un divieto, come annunciato, non generalizzato – come avvenuto, per esempio, per un altro esercizio commerciale di via Novelli -, per non colpire in maniera indiscriminata anche quegli esercizi commerciali che non creano problemi e che contribuiscono a rivitalizzare i quartieri.

“Abbiamo valutato – ha spiegato il vice sindaco Gandi – di applicare il divieto in precise fasce orarie, dal pomeriggio in avanti, perché la mattina non si registrano situazioni di difficile gestione”. L’area in questione continua a essere osservata speciale dalle forze dell’ordine: la polizia locale, dal novembre scorso, sta dedicando le unità mobili di quartiere e il Nucleo interventi sicurezza urbana al presidio pressoché quotidiano della zona. La sanzione prevista per i trasgressori è di 500 euro, con possibilità di estinguere l’illecito con il pagamento in misura ridotta, in questo caso la somma sarà di 333 euro.

“Si tratta di un provvedimento a mio avviso importante – continua Gandi – perché dà un segnale forte sul lavoro che si sta compiendo a 360° per migliorare le condizioni di sicurezza in alcune aree della città. Non ci sono certamente intenti vessatori nei confronti degli esercenti, ma la semplice presa d’atto, motivata da una lunga sequela di segnalazioni e violazioni riscontrate, di situazioni che certamente hanno un impatto sull’ordine pubblico delle due vie, Zanica e Mozart. La polizia locale ha moltiplicato nello scorso anno la propria presenza nei quartieri e nelle aree più delicate della nostra città, la questura e le forze dell’ordine stanno lavorando con impegno per contrastare situazioni di illegalità e di degrado: pensiamo che questo genere di provvedimenti integrino lo sforzo che si sta profondendo sul tema della sicurezza urbana”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI