Quantcast
Ai Colli Summer Camp, sport e inclusione: "biglietto sospeso" e accesso gratis per 12 bambini - BergamoNews
L'iniziativa

Ai Colli Summer Camp, sport e inclusione: “biglietto sospeso” e accesso gratis per 12 bambini

Un nuovo approccio al camp estivo, che darà anche ai più piccoli la possibilità di esprimersi completamente stimolando corpo, mente e anima: grazie all'accordo coi servizi sociali del Comune di Bergamo potranno partecipare anche figli di famiglie non abbienti e chiunque potrà decidere di donare l'intera somma di iscrizione ad altri bambini

Dal 13 giugno fino all’8 luglio, nella splendida cornice naturale del Golf ai Colli di Bergamo, “Ai Colli Summer Camp” consentirà a bambine e bambini dai 3 agli 11 anni di prender parte a un’esperienza unica: un nuovo approccio al camp estivo, che darà anche ai più piccoli tante possibilità per esprimersi completamente stimolando corpo, mente e anima.

“Play different”, ovvero divertiti e gioca, apprendendo con gioia.

Un team di educatori esperti in pedagogia e discipline sportive proporrà ai bimbi nove attività, tutte tra loro connesse, grazie alle quali muovere la totalità del corpo, stimolare ogni luogo della mente, esprimersi liberamente:

– giocoleria, che è coordinazione, flessibilità, capacità di adattamento, creatività e ragione, emisfero destro e sinistro;

– bicicletta (e-bike + balance bike), che sono equilibrio, velocità, viaggio, movimento, attenzione;

– padel, che è mobilità, riflessi, rapidità, coordinazione;

– golf, che è pazienza, potere decisionale, fair play e sportività;

– musica, che è armonia, ritmo, gioia, relax, libertà, vibrazione;

– yoga, che è introspezione, elasticità, concentrazione, equilibrio e respiro;

– hip-hop, che è elasticità, agilità, libertà, ritmo, fluidità, movimento in gruppo;

– calcio, che è impegno, dedizione, passione, lavoro di gruppo, aiuto, condivisione, rispetto, volontà.

A seconda dell’età del bambino le differenti attività motorie saranno sperimentate con un grado di differente di intensità, comunque sempre in libertà e con la guida di educatori esperti. In questo modo il bambino comincia a costituire la struttura della propria vita futura, sperimenta le proprie capacità, verifica le proprie propensioni, impara ad esprimersi compiutamente, può distinguersi e ritrovarsi in una o più delle differenti discipline che fanno parte del camp. Il gioco e le attività motorie sono lo strumento per far crescere il bambino sotto molti punti di vista con la possibilità di prendere confidenza con se stesso e sviluppare le basi della socialità esprimendo la propria personalità giocando insieme ad altri individui.

Nella bellissima cornice dei Colli di Bergamo, saranno messi a disposizione dei ragazzi ampi spazi per vivere al meglio la loro esperienza estiva. Il Golf Ai Colli si estende su una superficie di 15 ettari impreziosita da oltre 2.200 alberi ad alto fusto. In questa oasi di verde, poco distante dal centro città, bambini e ragazzi potranno vivere un’esperienza unica, rilassante e sicura.

La location offre un modernissimo campo pratica con 20 postazioni al piano terra e 24 postazioni al primo livello da dove si può godere di una vista mozzafiato, un campo gioco a nove buche con un grande putting green e nuovissima area approcci e gioco corto; nella struttura non mancano due campi da padel, tre campi multi sport, un campo di calcio e uno splendido prato dove i bambini praticheranno le attività motorie. Il Ristorante Da Mimmo gestirà in spazi dedicati il pranzo e la merenda ogni giorno con soluzioni dedicate ai ragazzi.

Il camp vuole essere un segnale di apertura ai bambini non solo in termini di novità della proposta sportiva, ma anche in termini di possibilità di poter partecipare. Il camp è, infatti, aperto a tutte le bambine e ai bambini anche di famiglie non abbienti: ad ogni settimana di camp, ci sarà la possibilità di partecipazione gratuita di 3 bambini che verranno segnalati direttamente dall’Assessorato Politiche Sociali del comune di Bergamo. Inoltre, viene promossa l’iniziativa del “biglietto sospeso”: chiunque può decidere di donare la somma che desidera a favore dell’iscrizione di altri bambine e bambini le cui famiglie non si possono permettere l’intera quota di partecipazione. Un piccolo, ma concreto segnale di apertura alla comunità di Bergamo, convinti che questa sia la strada giusta per affrontare le sfide della città.

“Uno dei vincoli più importanti che abbiamo vissuto con la pandemia è stata la deprivazione di movimento. Il movimento è fondamentale per il pensiero, ma non abbiamo più potuto uscire, incontrarci, toccarci – ha sottolineato Ugo Morelli, saggista e psicologo -. Questi aspetti sono particolarmente importanti per la crescita e sono ancor più importanti per lo sviluppo efficace del pensiero. Finalmente abbiamo la possibilità di tornare a incontrarci e a muoverci. Ciò significa che, per le bambine e i bambini, il poter sperimentare in spazi aperti attività ludiche e creative si configura come una delle più importanti vie per la crescita e lo sviluppo. L’educazione outdoor non è solo un accessorio dell’esperienza educativa, ma è una delle principali vie per crescere bene. Soprattutto se queste attività sono caratterizzate da processi educativi mirati e attività di animazione particolarmente aggiornate e appropriate, il risultato può essere veramente importante. Quindi: buon movimento a tutti”.

“La collaborazione tra pubblico e privato in ambito sociale ha un grande valore e può dare risultati importanti – ha aggiunto Marcella Messina, Assessore Politiche Sociali Comune di Bergamo. Un’iniziativa di questo tipo trova tutto il nostro appoggio, è un’apertura alla comunità e alle esigenze di chi più necessita di opportunità educative e di crescita”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI