Quantcast
Il “Circolo dei Bambini” compie 50 anni, Cilly Arnoldi: “Ho realizzato un sogno” - BergamoNews
La festa il 6 giugno

Il “Circolo dei Bambini” compie 50 anni, Cilly Arnoldi: “Ho realizzato un sogno” fotogallery

Cilly Arnoldi ha fondato 50 anni fa il "Circolo dei Bambini". Il prossimo 6 giugno la festa al Teatro Sociale con 1.500 circolini

Bergamo. Da quando aveva 7 anni aveva le idee chiare: “Da grande farò la maestra d’asilo”.

Nell’aprile del 1971, Cilly Arnoldi ha aperto la sua scuola materna: “Il Circolo dei Bambini”. Trovare questa scuola è facilissimo: in via Torino si sentono solamente le voci dei piccoli che giocano e corrono felici. Nel prato sventola la bandiera con il logo della scuola, creato dall’architetto Cesare Rota Nodari, colui che ha disegnato anche gli arredi degli spazi interni realizzati poi da Tino Sana.

“Cilly è il diminutivo di Cecilia, il nome della mia nonna paterna. Me lo ha dato mio papà quando ero ancora in culla e da allora per tutti, dai miei 4 fratelli in poi, sono Cilly”, dice sorridente nella sua salopette di jeans. Una divisa che caratterizza tutta la scuola da 50 anni: salopette di jeans, felpa rossa e polo bianca.

“Era il 1971, mia madre comprendendo il mio sogno, colse l’occasione di prendere questa casa in affitto che da allora è la sede della mia scuola”.
Cilly abita poco distante. Ogni mattina in sella alla sua bicicletta e arriva al Circolo dei Bambini.
“I miei tre figli, Matteo, Paolo e Francesco mi dicono sempre: ti vediamo partire cantando al mattino e torni felice la sera. In effetti è anche grazie all’amore e alla pazienza di mio marito Antonio e della mia famiglia che ho potuto realizzare il sogno di questa scuola. È vero, posso dirlo: sono una donna molto appagata dalla vita”.

Esiste un metodo Cilly?
“No. Ci sono tante metodologie…poi ho messo del mio. Oggi ho un bagaglio di esperienza e tanto amore che mi avvantaggiano rispetto a quando avevo 20 anni”.
Entrando al Circolo, che ha mantenuto il calore di una casa, si respira il profumo dell’arte in tutte le sue forme: pittura, poesia, musica attraverso le quali i bambini crescono in armonia imparando l’importanza del bello e l’essenziale della vita. I bambini, dai 2 ai 6 anni, accompagnati da un team di indispensabili e storiche insegnanti possono vivere così tante creative esperienze.

Da sette anni Cilly continua il suo progetto anche con la scuola primaria I School Circle. “Spesso i genitori mi chiedevano dove poter iscrivere i bambini dopo i tre anni di Circolo e così ho accettato la sfida di collaborare con I School, permettendo ai bambini una certa continuità che in questi anni di formazione è fondamentale”.

circolo dei bambini
Cilly Arnoldi

Il prossimo 6 giugno ci sarà una festa al Teatro Sociale a cui sono invitati gli oltre 1.500 bambini che in questi anni hanno frequentato il Circolo.

“Il mondo è cambiato, gli strumenti di apprendimento sono cambiati, la tecnologia è mutata insieme alla didattica, ma immutati sono rimasti i valori: l’amore per la conoscenza, la forza dell’amicizia, la gioia di vivere, l’importanza della scoperta, la voglia di migliorarsi.”
Cilly, con passione e competenza, ha dedicato la sua vita professionale a diffondere e promuovere proprio questi valori “che alla fine si traducono nella realizzazione del progetto più bello: quello che ogni bambino è il Circolo. Per questo, l’incontro del 6 giugno non sarà la festa di una scuola, ma la festa di ogni bambino del Circolo”.

Dei 1500 bambini passati al Circolo, Cilly ricorda tutti i loro nomi: “Ho i loro visi impressi nei miei occhi e sigillati nel mio cuore. Bambini alcuni già adulti, che ancora oggi vengono a trovarmi e a salutarmi: per me è sempre una gioia immensa”.

Cilly ha realizzato il suo sogno, ora realizzerà ancora un desiderio: “Il prossimo 6 giugno al Teatro Sociale ritroverò i miei Circolini, sarà una festa per ognuno di loro, per i legami che hanno saputo creare e mantenere in questi 50 anni, per rivivere insieme alcuni ricordi e riscoprire quella magia che li ha accompagnati negli anni più teneri della loro infanzia”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI