Quantcast
Dalle aziende Carvico e Jersey Lomellina medicinali a sostegno del popolo ucraino - BergamoNews
Gli aiuti

Dalle aziende Carvico e Jersey Lomellina medicinali a sostegno del popolo ucraino

Grazie alla collaborazione della Farmacia Magoni di Terno d’Isola, insieme al comitato locale della Croce Rossa Italiana, sono stati spediti cerotti, garze sterili, creme antinfiammatorie e siringhe

Carvico. Tutto il mondo è mobilitato a sostegno dell’Ucraina. Nelle ultime settimane sono moltissime le realtà, le imprese e le aziende che hanno deciso di dare il loro contributo per aiutare la popolazione duramente colpita dagli scontri armati.

Tra loro anche Carvico e Jersey Lomellina, punti di riferimento nel mondo dell’industria tessile e attivi sul territorio bergamasco, da sempre sensibili alle tematiche umanitarie e in prima linea in favore della solidarietà.

Una presa di posizione comune e fortemente sentita quella di Carvico e Jersey Lomellina, che ha coinvolto i vertici delle aziende e che è stata subito condivisa anche dai dipendenti e dalla squadra di calcio ASD Carvico Revolutional. Tutti sono voluti scendere in campo per l’Ucraina e manifestare la loro vicinanza alla popolazione attraverso un aiuto concreto.

Grazie alla collaborazione con la Farmacia Magoni di Terno d’Isola, insieme al comitato locale della Croce Rossa Italiana, la “squadra Carvico/JL” ha acquistato e spedito, con trasporti organizzati ad hoc dalla Croce Rossa, medicinali e presidi medico sanitari – cerotti, garze sterili, creme antinfiammatorie, siringhe e altro.

Un gesto di vicinanza alla popolazione che vuole essere di supporto a chi si trova in difficoltà ma anche un chiaro simbolo di solidarietà contro gli orrori della guerra.

“Siamo da sempre fortemente legati al territorio in cui viviamo e il dramma che abbiamo visto consumarsi così repentinamente nelle città, nelle strade e nelle case, non poteva lasciarci indifferenti. Per questo motivo abbiamo voluto subito andare in aiuto della popolazione ucraina – spiega Laura Colnaghi Calissoni, presidente e amministratore delegato del Gruppo Carvico -. La risposta alla raccolta fondi per acquistate e inviare in Ucraina medicinali e presidi medico sanitari è stata sorprendente: tutti i dipendenti, di ogni settore, grado e dipartimento, e la squadra ASD Carvico Revolutional hanno voluto contribuire in prima persona. Si è creato un fortissimo senso di comunità che speriamo possa essere uno spiraglio di luce dopo settimane di buio”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI