Quantcast
A Luglio per 90mila pensionati bergamaschi 14esima e bonus bollette - BergamoNews
Una tantum

A Luglio per 90mila pensionati bergamaschi 14esima e bonus bollette

Roberto Corona della Cisl: "Questo segnala ulteriormente il basso livello degli assegni pagati in provincia"

Sono più di 90mila, il 30% circa del totale, i pensionati bergamaschi che dal 1° luglio potranno beneficiare, oltre che della tanto attesa quattordicesima, purché in possesso di determinati requisiti, anche del bonus di 200 €, l’una tantum prevista dal decreto Aiuti introdotto per il “caro bollette”.

La «somma aggiuntiva annuale», conosciuta appunto come 14esima dei pensionati, viene in un’unica soluzione a chi ha almeno 64 anni e un reddito personale annuo inferiore ai 13.659,88 euro. Per questa tipologia di pensionati, l’importo della 14esima oscilla, anche in rapporto agli anni di contribuzione maturata, trai 336 e i 504 euro.

Non sarà necessario presentare domanda per ricevere l’una tantum da 200 euro: spetterà all’Inps, o comunque all’ente previdenziale erogatore, il compito di effettuare le necessarie verifiche. A usufruire del bonus saranno i titolari di uno o più trattamenti previdenziali, di assegni sociali, di trattamenti per invalidi civili, ciechi e sordomuti, e di quelli di accompagnamento alla pensione residenti in Italia e sotto il tetto dei 35mila euro: per il calcolo sarà preso in considerazione qualsiasi tipo di reddito.

“È un provvedimento non per tutti, ma per molti – sottolinea Roberto Corona, segretario FNP CISL Bergamo -, e questo segnala ulteriormente il basso livello degli assegni pagati in provincia: più della metà dei nostri pensionati, infatti, viaggia ben sotto i 770 euro!”

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI