Quantcast
Osvaldo Ranica: "La Fondazione della Comunità Bergamasca? Vicina, trasparente, attenta" - BergamoNews
L'intervista

Osvaldo Ranica: “La Fondazione della Comunità Bergamasca? Vicina, trasparente, attenta”

Sabato si inaugura la nuova sede in centro a Bergamo con una giornata "porte aperte"

Bergamo. Sabato 21 maggio la Fondazione della Comunità Bergamasca ‘apre le porte’ della sua nuova sede in centro città, in via Crispi. Questa è l’occasione per incontrare il presidente Osvaldo Ranica in un’intervista a tutto campo che spazia dalla strategia erogativa della principale fondazione filantropica della nostra città – quasi 13 milioni e mezzo saranno investiti sul territorio nel 2022 per iniziative di promozione sociale, culturale e ambientale – a DigEducati, il progetto di alfabetizzazione digitale che mira a ridurre il divario digitale dei giovani bergamaschi (dai 6 ai 13 anni), fino alla straordinaria raccolta fondi ‘Un aiuto per l’Ucraina’ avviata – con Caritas diocesana e i principali soggetti del territorio, tra cui Bergamonews – per l’accoglienza e l’integrazione dei profughi in fuga dalla guerra, che sono giunti nella nostra provincia.

Presidente Ranica, la ‘sua’ Fondazione della Comunità Bergamasca in tre parole.

Vicina: alle persone, alle istituzioni, al terzo settore, ai volontari; Trasparente: cittadini, imprese, organizzazioni devono avere la certezza assoluta che quanto affidato alla Fondazione sia ben custodito, orientato, moltiplicato per fare solidarietà sul territorio. Attenta: capace di cogliere i bisogni, anticiparne l’evoluzione, offrire soluzioni concrete ed efficaci.

La Fondazione ha approvato il piano strategico triennale 2022-2024. La filosofia che sta alla base della strategia erogativa l’ha sintetizzata in “creare valore per la comunità”. Come?

Innanzitutto, ascoltando le comunità di riferimento per coglierne bisogni e aspettative, finalizzando erogazioni per sostenere progettualità condivise e attese dal territorio; poi, monitorando e valutando gli impatti delle iniziative promosse. Quest’anno abbiamo introdotto una novità per i bandi di ambito sociale e culturale, inaugurando un meccanismo di incentivazione per i piccoli progetti: le iniziative con budget non superiore a 10 mila euro possono ottenere da Fondazione una percentuale più vantaggiosa di finanziamento, fino al 60% (anziché al 50%). Con questa scelta la Fondazione dimostra una volta di più di scegliere la strada della sostenibilità e di eleggerla a valore-guida delle proprie azioni.

Una bella mano a tante piccole iniziative di solidarietà.

Intendiamo investire nei piccoli progetti che, per definizione, hanno maggiori garanzie di trovare il sostegno della comunità in cui nascono, di perdurare nel tempo e, in futuro, di camminare con le proprie gambe. Siamo, e sempre più vogliamo essere riconosciuti, come un soggetto capace di attivare le risorse, la solidarietà e la filantropia che la comunità bergamasca esprimono in modo particolare e straordinario, DNA del territorio.

Quanto e dove investirete nel 2022?

Nel 2022 la Fondazione ha stanziato 1,9 milioni di euro di contributi economici per attivare iniziative del territorio utili a rispondere a bisogni crescenti, dalla povertà all’inclusione sociale, dalla tutela dei beni storico-artistici alla promozione culturale fino all’educazione ambientale. A questi si aggiungono i 3,5 milioni di euro stanziati con Fondazione Cariplo e Fondazione della Comunità Bresciana per sostenere le iniziative dedicate a Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura, e gli 8 milioni di euro dei cosiddetti “emblematici maggiori” stanziati per Bergamo da Fondazione Cariplo (5 milioni) e Regione Lombardia (3 milioni) a supporto di progetti particolarmente rilevanti per il territorio.

La risposta generosa dei bergamaschi non si è fatta attendere nemmeno in occasione della raccolta fondi ‘Un aiuto per l’Ucraina’, che la Fondazione ha promosso con Caritas, L’Eco di Bergamo, Bergamonews e tanti altri attori del territorio.

È vero. La guerra scoppiata in Ucraina ha colpito molto i bergamaschi. C’è stata subito una risposta di vicinanza alla popolazione anche per il fatto che quella ucraina è una comunità molto presente sul nostro territorio. Siamo grati a tutti coloro che hanno partecipato alla sottoscrizione con una donazione, e naturalmente a Fondazione Cariplo per il suo contributo di 125 mila euro. A oggi abbiamo raccolto oltre un milione e 200 mila euro. La forte collaborazione con Caritas Diocesana e con tutta la rete di associazioni, organizzazioni e istituzioni che hanno aderito alla raccolta fondi ‘Un aiuto per l’Ucraina’ non si arresta, continueremo a fare squadra per stare a fianco di bambini e ragazzi ucraini presenti sul nostro territorio e per offrire loro tutto l’aiuto possibile.

La prima iniziativa di solidarietà, finanziata con 50 mila euro provenienti da questa raccolta fondi, è stata destinata proprio ai ragazzi.

Si, e ne sono molto orgoglioso. Si tratta di uno spinoff del progetto ‘DigEducati’, inaugurato a ottobre 2021 da Fondazione della Comunità Bergamasca e finanziato da Fondazione Cariplo e da Impresa Sociale Con i Bambini, che in tutta la provincia – sono 39 i comuni in cui sono stati aperti Punti di Comunità a questo scopo – destina spazi e personale alla sfida della riduzione del divario digitale di minori della fascia 6-13 anni in condizioni di fragilità. ‘DigEducati Ucraina’, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e le cooperative che sul territorio si occupano di alfabetizzazione e mediazione culturale, ha l’obiettivo di favorire l’inserimento di bambine e bambini ucraini nell’ambiente scolastico e nel contesto sociale in cui si trovano temporaneamente a risiedere. Si intende offrire ai piccoli ucraini la possibilità sia di mantenere attivi i contatti con la propria scuola di origine, laddove possibile, sia di ricevere supporto nella mediazione in alcuni dei Punti di Comunità diffusi su tutto il territorio, oltreché di entrare in relazione con altri pari accorciando così le distanze e facilitando l’integrazione con i coetanei bergamaschi.

Dove possono recarsi i giovani profughi ucraini per beneficiare del progetto?

A Bergamo un nuovo Punto di Comunità dedicato a ‘DigEducati Ucraina’ è stato aperto all’interno della biblioteca di Boccaleone, grazie alla disponibilità del Sistema Bibliotecario Urbano. Il personale selezionato per la mediazione è presente in biblioteca tre pomeriggi alla settimana, mentre la mattina opererà a supporto degli Istituti Comprensivi della città che attualmente accolgono il maggior numero di minori ucraini: De Amicis, Da Rosciate, Donadoni. In provincia, fino al 31 dicembre – ma anche oltre, se sarà necessario – saranno organizzate attività di mediazione in alcuni dei 39 Punti di Comunità presenti su tutta la provincia.

Sabato 21 maggio la Fondazione festeggerà l’inaugurazione della nuova sede con un “Porte aperte”. Cosa può anticiparci di questa giornata?

Ci siamo trasferiti in via Crispi 2C, in pieno centro, di fronte a Palazzo Frizzoni. Il 21 maggio sarà una giornata di festa, apriremo le porte della nostra nuova casa, affacciata sulla strada e con ampie vetrate, per non chiuderle più: vogliamo che la comunità possa sentire sempre più vicina la ‘sua’ Fondazione. Alle 10 cominceremo accogliendo le istituzioni e il Vescovo di Bergamo. Alle 11.30 incontreremo i donatori titolari di un fondo filantropico in Comunità bergamasca, siano essi privati cittadini, enti, soggetti pubblici. In oltre 20 anni, in Fondazione sono stati costituiti 45 fondi filantropici del valore complessivo di circa 10 milioni di euro. Dalle 14 alle 18, infine, sono invitate tutte le associazioni e le organizzazioni con cui lavoriamo sul territorio oltre che tutti coloro che vorranno festeggiare con noi. Nel vicino chiostro di Santa Marta allestiremo laboratori ed eventi a misura di famiglia e dei più piccoli. Con noi ci saranno BergamoScienza, Patronato S. Vincenzo, DigEducati, Invecchiando s’impara (a vivere), la Rete Bibliotecaria Bergamasca, il Museo del Burattino e la Fondazione Benedetto Ravasio e la banda musicale ‘I Giovani’ di Credaro. A tutti loro va sin d’ora la mia riconoscenza.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
sede fondazione comunità bergamasca
Sabato 21
Si inaugura la nuova sede della Fondazione della Comunità Bergamasca
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI