Quantcast
Humanitas Gavazzeni e Accademia Carrara per le persone in cura oncologica - BergamoNews
A cura di

Humanitas a Bergamo

Bergamo

Humanitas Gavazzeni e Accademia Carrara per le persone in cura oncologica

Un progetto dedicato a persone in trattamento oncologico, ideato dall’Associazione The Bridge for Hope e dalla Carrara Educazione in collaborazione con Humanitas Gavazzeni

Un progetto dedicato a persone in trattamento oncologico, ideato dall’Associazione The Bridge for Hope e dalla Carrara Educazione in collaborazione con Humanitas Gavazzeni.

Questo è Incontrarsi nell’arte: un inedito ciclo di percorsi gratuiti dedicato a persone in trattamento oncologico e una nuova occasione per vivere il museo sempre più come spazio di accoglienza e inclusione.

Incontrarsi nell’arte è un’iniziativa ideata per rafforzare il connubio tra arte e salute, realizzata in collaborazione con Humanitas Gavazzeni e con il patrocinio di Comune di Bergamo. A partire dal 9 aprile, ogni terzo sabato del mese fino ad agosto, inizierà un ciclo di incontri gratuiti in museo dedicati a persone in cura oncologica: un percorso di conoscenza in cui le opere della collezione diventano uno strumento per scoprire se stessi, in linea con un’idea di museo sempre più aperto e accogliente, vicino al vissuto anche delle persone più fragili. 

Ogni appuntamento, condotto dall’educatrice museale Rita Ceresoli, è dedicato a temi di volta in volta diversi, dal volto al viaggio, dalla fragilità alle esperienze di cura e di nutrimento, e prevede un momento di elaborazione personale e creativa, un modo per condividere la propria esperienza e narrare un racconto in divenire. 

Un progetto che sottolinea l’impegno di Accademia Carrara a favore dell’inclusione e del benessere, temi centrali anche per The Bridge for Hope e Humanitas Gavazzeni, oltre che in linea con il programma di Bergamo-Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, che dedica un’ampia riflessione al tema della cultura come cura.  

Incontrarsi nell’arte si inserisce nell’insieme di iniziative avviate dal museo con Humanitas a Bergamo: Opere in parole, che ha visto la partecipazione di autori di rilievo nell’ambito del teatro, della musica e della cultura, con racconti e podcast inediti ispirati alle opere della collezione; La Carrara in Humanitas, che ha portato alcune riproduzioni dei capolavori della pinacoteca nelle strutture ospedaliere, diffondendo bellezza e conforto tra i pazienti, il personale sanitario e i visitatori. 

“Con molto piacere aderiamo al progetto Incontrarsi nell’arte. Un ciclo di incontri dedicato alle persone in trattamento oncologico che arricchisce il nostro progetto di arte in ospedale che si propone di offrire percorsi per la persona nella sua interezza e unicità, utilizzando la relazione con l’arte. È anche una nuova occasione per raccontare i progetti di Humanitas Gavazzeni e Castelli La cura e bellezza e Opere in parole dedicati al potere della bellezza e del dialogo nel processo di guarigione, rinsaldando i rapporti con Accademia Carrara e The Bridge For Hope, con cui collaboriamo da diversi anni“, ha dichiarato Massimo Castoldi direttore sanitario Humanitas Gavazzeni e Castelli

Iniziato il 9 maggio, ecco gli appuntamenti ad ingresso gratuito del progetto:
ore 15.00 > 17.00
– 21 maggio Il viaggio, oltre i confini del paesaggio
– 18 giugno La fragilità, avere cura, nutrire
– 16 luglio Le emozioni, ascoltarsi, guardare fuori
– 20 agosto La vita, tra scoperte e ripartenze 

Info e prenotazione obbligatoria qui

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI