Quantcast
Consiglio comunale, il premio atleta dell'anno 2021 a Morosini - BergamoNews
Bergamo

Consiglio comunale, il premio atleta dell’anno 2021 a Morosini fotogallery

La cerimonia "La Città di Bergamo ai suoi Atleti" si è svolta con la consegna di targhe e medaglie per 60 ragazzi

Bergamo. Un consiglio comunale straordinario per consegnare dei segni di riconoscenza civica intitolati “La Città di Bergamo ai suoi Atleti” per la stagione 2021 a 60 ragazzi che, singolarmente o in gruppo, si sono distinti per le loro gesta sportive. La cerimonia si è aperta con il premio alla Memoria a Piermario Morosini, cui ricorre il decennale della scomparsa, consegnato dal giornalista Ildo Serantoni alla sua famiglia.

Un ricordo accorato quello di Ferruccio Rota, presidente del consiglio comunale: “Piermario era un ragazzo semplice ma speciale, che pur avendo vissuto situazioni di emergenza nella sua vita, è riuscito a farsi strada nel mondo del calcio professionistico. La volontà dell’amministrazione, in questa occasione speciale, non è solo ricordarlo ma premiare anche tutti voi ragazzi che, in quest’anno, vi siete distinti per risultati ed impegno. Nelson Mandela diceva che lo sport ha il potere di cambiare il mondo, ispirare, unire le persone, parlare ai giovani. Lo sport ha il potere di creare speranza dove c’è disperazione. Ed è più potente dei governi”.

A portare i saluti dell’amministrazione ci ha pensato Loredana Poli, assessore, tra le varie deleghe, alle politiche sportive: “Oggi Piermario avrebbe 36 anni, probabilmente sarebbe stato ancora un calciatore in attività in qualche città e sarebbe pronto al ritiro, magari sarebbe diventato allenatore o avrebbe continuato a giocare solo con i suoi amici a Monterosso. Sarebbe potuta accadere qualunque cosa se il 14 aprile di 10 anni fa non fosse venuto a mancare. Piermario ha vissuto una vita dura, ma ha anche avuto una grandissima forza d’animo e un cuore grande. Ha superato e vinto tante prove, lo ha fatto al meglio sia come ragazzo che come uomo. Il suo stile di vita fa di lui un esempio virtuoso. A lui abbiamo scelto di dedicare questo premio: ci tenevamo moltissimo anche perché fino ad ora non avevamo ancora trovato il giusto modo di ricordarlo, celebrando in sua memoria la perseveranza, la trasparenza, la solidarietà e la lealtà. Questi non sono certi valori agonistici, ma conoscere la sua storia e le sue caratteristiche  rappresenta un’occasione imperdibile perché dà senso e sostanza allo sport, può rendere migliore lo sport stesso rispetto a come l’abbiamo vissuto fino ad oggi”.

Presente alla cerimonia anche Lara Magoni, campionessa di sci e assessore al turismo in Regione Lombardia: “Piermario Morosini è stato un uomo che ha fatto della sua vita un percorso significativo e toccante, e quello che è accaduto è divenuto esempio per tutti. Ci sono molti ragazzi che fanno sport con gli stessi valori di Morisoni e questo è fondamentale perché lo sport rappresenta uno strumento per far crescere i nostri figli, per essere migliori e più forti. Viva lo sport, grazie a Bergamo”.

Dopo la consegna del premio alla famiglia di Morosini, i consiglieri comunali hanno proceduto a premiare le squadre e gli atleti.

Ecco l’elenco completo dei premiati.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI