Quantcast
Bergamo, ad aprile prezzi al consumo invariati: i cittadini restano accorti, ma fiduciosi - BergamoNews
Le analisi

Bergamo, ad aprile prezzi al consumo invariati: i cittadini restano accorti, ma fiduciosi

Scende il costo del gas (-3,1%), schizzano i costi del trasporto aereo (+42,7%): secondo una ricerca più di un bergamasco su due risparmia per difendersi dagli imprevisti o per costruire il proprio futuro

Bergamo. Nel mese di aprile, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, a Bergamo, si attesta a 0%. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), scende a 5,2% rispetto a +5,4% del mese scorso.

La variazione più rilevante si riscontra per la divisione “Ricreazione, spettacoli e cultura” con un indice di -1,6% causato soprattutto da ‘Pacchetti vacanza’ (-13,3%) e ‘Apparecchi di ricezione, registrazione e riproduzione di suoni e immagini’ (-5,6%). Scendono di -0,9% i “Trasporti”, in particolare si evidenzia la diminuzione di -7,3% per ‘Carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati’, mentre aumentano ‘Trasporto passeggeri su rotaia’ (+2,3%), ‘Trasporto aereo passeggeri’ (+42,7%) e ‘Trasporto marittimo e per vie d’acqua interne’ (+9,3%).

Cala di -0,3% la divisione “Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e combustibili” principalmente a causa dell’indice di -3,1% per il ‘Gas’, mentre aumentano ‘Combustibili solidi’ (+3,1%), ‘Servizi per la riparazione e manutenzione della casa’ (+1,3%) ed ‘Energia elettrica’ (+0,8%). Diminuisce moderatamente il settore “Servizi sanitari e spese per la salute” (-0,1%).

Salgono di +1,2% “Servizi ricettivi e di ristorazione” e “Prodotti alimentari e bevande analcoliche”; in quest’ultimo caso dovuto a molte classi di prodotto contenute. Si registra un aumento più moderato per  “Abbigliamento e calzature” (+0,2%), “Mobili, articoli e servizi per la casa” (+0,1%) e “Altri beni e servizi” (+0,1%).

L’indice rimane invariato per “Bevande alcoliche e tabacchi”, “Comunicazioni” e “Istruzione”.

In questo scenario e nonostante le turbolenze date dall’attualità, secondo un’analisi condotta dall’Osservatorio Reale Mutua, non è il pessimismo a dominare il rapporto degli abitanti di Bergamo con il risparmio.

Anzi, secondo la ricerca se un 34% assegna alle sue risorse una funzione ancora prettamente difensiva, un 28% le vede oggi come uno strumento per iniziare a pianificare il proprio futuro economico e realizzare sogni nel cassetto repressi negli ultimi anni.

I timori certo non mancano. L’inflazione e i rincari dei beni (38%) sono il primo fattore di preoccupazione per le proprie tasche. Seguono l’incertezza del quadro geopolitico (34%), la tassazione (30%), possibili imprevisti (28%), gli stipendi spesso non adeguati (26%) e la pandemia (8%).

Eppure, oltre ad amministrare con attenzione i risparmi attuali, non manca chi valuterebbe anche di investirli. Anzitutto, in soluzioni assicurative e previdenziali (42%). Sale nelle propensioni il mattone (20%) e c’è anche chi guarda a specifici strumenti del mercato finanziario (8%).

Se dal digitale non arrivano che conferme (il 26% vorrebbe gestire sempre più i risparmi tramite app e tecnologie), è interessante quello che gli abitanti di Bergamo chiedono ai loro investimenti: i risultati, pur centrali, non sono in cima alla lista (12%) perché nel segno della prudenza di questi tempi contano anzitutto la sicurezza e le garanzie sul capitale investito (44%) e la flessibilità (18%), che permetta di adattare l’investimento a seconda delle esigenze.

A chi o cosa danno fiducia i bergamaschi quando si tratta di scegliere come amministrare e investire i propri soldi? Anzitutto alle caratteristiche dei prodotti (36%), che vengono prima, a differenza di quanto riscontrato a livello nazionale, del rapporto anche umano che si instaura con un professionista (32%). Segue la notorietà del “brand” a cui ci si affida (4%).

“Il nostro Osservatorio evidenzia come una buona quota di persone sia oggi propensa a ragionare su possibili investimenti dei propri risparmi per rendere più solido il futuro economico – commenta Michele Quaglia, Direttore Commerciale e Brand di Gruppo – Le soluzioni assicurative sono tra le opzioni prese in considerazione: parliamo di strumenti per l’investimento, piani di risparmio, soluzioni per l’integrazione della pensione di base e polizze Vita”.

 

ricerca reale mutua risparmio
Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI