Quantcast
All’Alberghiero di San Pellegrino tre ragazzi turchi con l'Erasmus - BergamoNews
Hanno 17 anni

All’Alberghiero di San Pellegrino tre ragazzi turchi con l’Erasmus

Provenienti dalla Kirkkonaklar Anadolu Lisesi di Ankara, rimarranno due settimane per un progetto Erasmus+ di mobilità breve

San Pellegrino Terme. Ricominciare dai ragazzi, attraverso gli incontri in presenza e lo scambio tra vissuti e culture diverse, per una scuola sempre più europea. Dopo più di due anni difficili a causa della situazione pandemica, l’Istituto Superiore di San Pellegrino continua le proprie attività di internazionalizzazione, attraverso diversi progetti Erasmus attivi.

Da lunedì 9 maggio (e fino a sabato 21), infatti, l’istituto alberghiero di San Pellegrino ospita tre studenti turchi, provenienti dalla Kırkkonaklar Anadolu Lisesi di Ankara. Accompagnati da Bülent Hacogullari (docente di scienze motorie e coordinatore del progetto), Can Egitmen, Demir Bayik e Yigit Bulut, 17enni, stanno interagendo con i propri coetanei italiani per studiare una nuova lingua, imparare alcune ricette italiane (tra cui la cottura della pizza) e, soprattutto, per formarsi sulle nuove tecnologie digitali di insegnamento ed apprendimento ed ampliare le proprie conoscenze in chiave europea, come l’utilizzo delle lingue straniere.

Generico maggio 2022

Un progetto di ospitalità che segue altri progetti di Erasmus+ KA229 già effettuati da alcuni studenti della scuola superiore di San Pellegrino, (presentati martedì 17 maggio, alla presenza anche di Vincenzo Cubelli, provveditore agli studi di Bergamo, e Fausto Galizzi, primo cittadino di San Pellegrino) come Peace in Class Peace at School e Healthy body, healthy mind, healthy environment.

Progetti di mobilità di gruppo che hanno coinvolto sei studenti e alcuni docenti uno in Romania (Turchia capofila, solo per docenti) ed Italia, mentre l’altro (con capofila la Lituania) ha visto gli studenti italiani protagonisti, insieme ad altri studenti europei, in Polonia, Grecia e Lituania. Percorsi biennali, che hanno impegnato gli studenti in confronti di mediazione di conflitto tra pari, ma anche in progetti inerenti la sostenibilità ambientale e il benessere personale. Progetti che, a novembre 2021, hanno visto ragazzi di Polonia, Grecia e Lituania visitare San Pellegrino e Città Alta, oltre a scoprire le eccellenze alimentari della Valle Brembana con una tappa anche a Branzi.

“Progetti Erasmus che continueranno poi durante l’estate – spiega la professoressa Gretel Tagliarini, referente della Commissione Internazionalizzazione dell’Istituto – quando sette studenti, grazie ad una borsa di studio Erasmus, faranno uno stage professionale di venti giorni in Spagna e Irlanda, per approfondire il proprio indirizzo di studio specifico, ma anche per quanto riguarda la formazione linguistica e culturale”.

Generico maggio 2022

Un progetto di internazionalizzazione che è continuato anche all’interno dell’Istituto. Da febbraio ad aprile scorso, infatti, l’Istituto Superiore di San Pellegrino ha visto la presenza di una giovane assistente di madrelingua americana, proveniente dal Kansas, che ha affiancato gli insegnanti di lingua e di Accoglienza Turistica nello svolgimento delle lezioni. Presenza di docenti, ma anche di ragazzi stranieri. La classe quarta di Accoglienza Turistica, infatti, durante l’anno scolastico, ha accolto una studentessa giapponese, proveniente da Hiroshima, che ha frequentato le lezioni e partecipato a tutte le attività di laboratorio professionalizzanti offerte dall’istituto.

Oltre alla formazione linguistica in classe, gli studenti, a fine aprile, sono stati protagonisti della Settimana delle Lingue, una settimana di promozione dello studio delle lingue straniere che ha visto gli studenti impegnati in riflessioni sull’importanza della conoscenza delle lingue straniere per l’aspetto professionale, culturale e sociale. Rilevante rimane inoltre la preparazione alle certificazioni linguistiche, in inglese, francese, spagnolo e tedesco.

“Un lavoro importante, svolto anche grazie alle professoresse Giuseppina Arzuffi e Gretel Tagliarini, difficile da gestire ma gratificante – spiega Giovanna Leidi, dirigente scolastico dell’Istituto Superiore di San Pellegrino. – Le esperienze Erasmus sono un valore aggiunto fondamentale per la formazione dei ragazzi, che rispondono sempre con entusiasmo e voglia di mettersi in gioco per migliorare la propria competenza comunicativa in lingua straniera”.

Tra le prossime iniziative nell’ambito dell’Istituto, anche il rinnovato gemellaggio con un istituto alberghiero tedesco della zona della Foresta Nera, dove alcuni studenti italiani proveranno l’esperienza professionale in un resort con ristorante Michelin, mentre a febbraio, in collaborazione con il Rotary Città Alta, quattro ragazzi tedeschi svolgeranno uno stage professionale al ristorante Da Vittorio.

Un profilo sempre più internazionale, quello dell’Alberghiero di San Pellegrino, che presenterà la propria struttura anche negli Open Day del 21-28 maggio e 2,9 e 16 luglio. Un impegno volto a favorire le relazioni internazionali tra ragazzi, in particolare con le nazioni che stanno entrando ora nell’Unione Europea, per le quali i progetti Erasmus sono sempre più fondamentali.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI