Quantcast
Mancata zona rossa ad Alzano e Nembro, Violi: "Negata la possibilità di desecretare i documenti" - BergamoNews
Il caso

Mancata zona rossa ad Alzano e Nembro, Violi: “Negata la possibilità di desecretare i documenti”

Il Movimento 5 Stelle lo aveva chiesto in una mozione urgente, respinta dalla maggioranza. Il consigliere bergamasco: "Chiedevamo un atto di trasparenza per rendere giustizia ai nostri morti"

No alla mozione urgente che il Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia aveva presentato per chiedere di desecretare i documenti riguardanti la mancata zona rossa tra Alzano Lombardo e Nembro nei primi giorni di marzo 2020.

Ad annunciare la bocciatura è stato il consigliere regionale bergamasco Dario Violi. 

“Questa mozione chiedeva alla Giunta un atto di trasparenza per rendere giustizia ai numerosi morti, nella prima fase della pandemia, della Val Seriana – ha sottolineato Violi -. Ho chiesto di rendere pubbliche tutte le comunicazioni intercorse con le istituzioni nazionali e locali inerenti l’istituzione della mancata zona rossa ad Alzano e Nembro. Inoltre chiedevo alla Giunta di impegnarsi nei confronti del Governo, con ogni mezzo necessario, a richiedere la desecretazione dei documenti, decisione del Consiglio di Stato che pose il sigillo del segreto militare sui documenti, rendendo così impossibile ai cittadini, vittime di quei tragici giorni, di avere precise risposte su quello che davvero accadde”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI