Tutte le opzioni

Atalanta, volata a tre per l’Europa: bisogna vincere. E forse non basterà

Si gioca sabato contro l'Empoli con un orecchio a quanto succederà a Firenze. Il giorno prima la Roma, aspettando la finale Conference

No, non è ancora finita. E sarà un sabato sera (21 maggio) da batticuore, per i tifosi della Dea.

Intendiamoci: forse vale la pena ricordare, prima di iniziare a discutere di numeri, che da qualche anno stiamo mangiando caviale (così si usa dire, anche se è sempre meglio pane e salame), con l’Atalanta qualificata direttamente in Champions League per tre anni consecutivi. Non solo. Nei primi due della gestione Gasperini alla penultima giornata era sicura la qualificazione in Europa League, per non sottolineare che il quarto posto del 2016-17 non valeva purtroppo ancora la Champions. E negli anni successivi, dalla 33esima giornata nel 2018-19 l’Atalanta era già in zona Champions, addirittura seconda alla 35esima giornata nel 2019-20 e infine terza ma era già al quarto posto dalla 22esima giornata. E l’anno scorso, addirittura seconda alla 33esima giornata, fino a giocarsi e perdere il secondo posto nell’ultima sfida col Milan.

Tutto questo come premessa per evidenziare che arrivare, per la prima volta nella gestione Gasp, a giocarsi l’Europa all’ultima giornata, sembra ancora un obiettivo da leccarsi i baffi pensando a quelle squadre che una volta erano nelle sette sorelle, ma non hanno avuto questa costanza di restare nel giro Europa per sei anni consecutivi.

Detto questo, all’ultima giornata la volata per l’Europa resta un discorso limitato a tre squadre per un posto, cioè (in ordine di classifica: Roma sesta con 60 punti, Fiorentina settima con 59, Atalanta ottava con 59.

Finale thrilling, si è detto più volte. Non finisce mai, infatti a Torino la Lazio si è presa la qualificazione sul campo della Juventus pareggiando al 95′, al termine di un’azione viziata da un intervento dubbio su Cuadrado. L’arbitro ha lasciato correre e va detto che il fallo su Pessina che ha portato al gol di Leao era sicuramente più evidente. E perdendo, la Lazio sarebbe stata ancora in gioco perchè poteva essere raggiunta a 62.

Ora la prima condizione è che l’Atalanta batta l’Empoli sabato 21 maggio alle 20,45 al Gewiss Stadium. Su questo non si può discutere.

Le altre? La Roma va a Torino sul campo dei granata il giorno prima e già lì si capirà molto. Perché se perde o pareggia potrebbe anche restare fuori dall’Europa. Ha però la chance finale da giocarsi, cioè la possibilità di vincere la Conference che la manderebbe in Europa League. In tal caso, sempre se vince la Conference: se la Roma arriva ottava, vanno quinta e sesta in Europa League e la settima in Conference. Se arrivasse settima, allora tre andrebbero in Europa League (quinta e sesta più la Roma) e nessuna in Conference.

Non solo. Nel campionato dei ciapanò, in cui la Fiorentina va a perdere nettamente sul campo della Sampdoria già salva, l’Atalanta con un pareggio potrebbe anche andare in Conference, raggiungendo come minimo la Roma o comunque superando i viola. Chiaro che per i Gaspboys non sono possibili altre condizioni, cioè una sconfitta vorrebbe dire ottavo posto e basta. Ovvio che non si può pensare a un’eventualità simile se non per i calcoli aritmetici delle probabilità di qualificazione.

E contare sulla Juve, che in questo momento sembra abbastanza svagata tra festeggiamenti e addii vari, sembra abbastanza complicato, visto che i bianconeri andranno a Firenze e vedremo come si comporteranno Vlahovic e compagni.

Insomma, a 90 minuti dalla fine è tutto grasso che cola, per l’Atalanta, giocarsi ancora l’Europa, ricordando i finali di campionato in cui la salvezza non era affatto sicura.

Non è proibito però desiderare la quinta vittoria in casa, tante quante ne ha ottenute lo Spezia che l’Atalanta ha strapazzato al Picco due settimane fa: ce la possiamo fare?

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Atalanta-Inter 0-0, il film della partita
Il calendario
Ultima giornata di campionato: Atalanta-Empoli si gioca sabato
Muriel
Brutta tegola
Atalanta, lesione al ginocchio per Muriel: salta l’Empoli
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI