Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Al mercato è tempo di lumache: provale, saporite, al pomodoro

La maggior parte arriva dall’est Europa, il livello qualitativo è buono e i prezzi rientrano nella media del periodo

Bergamo. Sono le lumache il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. La maggior parte arriva dall’est Europa, il livello qualitativo è buono e i prezzi rientrano nella media del periodo.

La richiesta è crescente e, negli ultimi anni, è andata via via intensificandosi.

Forse non tutti lo sanno, ma le lumache vantano varie proprietà per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono ricche di proteine e sali minerali (soprattutto calcio, magnesio, ferro e rame), ma contengono anche vitamine B12 e C. Inoltre, la loro carne è povera di grassi saturi ed è molto basso anche il contenuto di carboidrati. Secondo alcune ricerche, poi, sono una buona fonte di acidi grassi polinsaturi, utili a contrastare il colesterolo cattivo (Ldl).

In cucina, una volta cotte, risultano tenere e delicate. Sono estremamente versatili, si sposano bene con diversi ingredienti: dal classico burro, prezzemolo e aglio a sughi più elaborati. Sono ottime, inoltre, in umido, fritte, al sugo e in tempura.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, partendo dal reparto orticolo, si nota una buona disponibilità di asparagi. La qualità è soddisfacente e le quotazioni risultano tendenzialmente stabili. Per quanto riguarda la provenienza, gli areali produttivi di riferimento sono dislocati in prevalenza in Sardegna: accanto al raccolto sardo, si trova quello veronese. Per quest’ultimo il prezzo è più sostenuto perché la stagione è cominciata successivamente, i volumi su cui si può contare quindi sono inferiori e riescono ad assicurare maggior freschezza.

Aumenta la disponibilità dei fagiolini italiani: la campagna sta entrando nel vivo e i quantitativi reperibili sulla piazza si intensificano. I valori di mercato, così, diventano più concorrenziali e si riduce il divario dei prezzi rispetto al raccolto estero, di provenienza marocchina. Questi ultimi costano meno: rimangono il prodotto più economico ma il livello qualitativo è diverso.

Cresce anche la presenza delle melanzane, che si possono acquistare a un buon rapporto fra qualità e prezzo. Le quotazioni rimangono nella media del periodo e la qualità nella massa merita.

La maggior parte del raccolto al momento arriva dalla Sicilia e non c’è una grande differenza nel costo rispetto alla produzione estera. Vale la pena, quindi, di concentrarsi sulla merce Made in Italy, che riceve sempre molte preferenze dai consumatori.

Le zucchine provengono in gran parte dalle regioni italiane centro-meridionali: i prezzi sono stabili, non si rilevano significative variazioni rispetto alla scorsa settimana e la qualità si conferma elevata.

È di prim’ordine anche il livello qualitativo dei peperoni siciliani: le quotazioni rimangono stabili e la qualità ottimale. Non si riscontrano particolari differenze tra le varietà rosse e quelle gialle sia a livello economico sia in termini di pregio.

Sulla stessa lunghezza d’onda degli articoli citati in precedenza, anche i pomodori arrivano in gran parte dall’Italia centrale e meridionale.

L’assortimento è ampio e variegato: per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia spiccano varietà a grappolo, che hanno raggiunto un livello qualitativo ottimale. L’andamento climatico tipicamente estivo che si è registrato in questi giorni incide favorevolmente sul raccolto.

Al mercato ortofrutticolo non vi sono solamente frutta e verdura fresca: si trovano anche piantine da orto, sementi, fiori e piante ornamentali: nel corso della bella stagione possono essere un’occasione per cimentarsi o per riscoprire la passione del giardinaggio o la cura del verde.

Passando al reparto della frutta, un ruolo da protagonista spetta ancora alle fragole. Gli approvvigionamenti arrivano dall’Italia meridionale, la qualità è ottima e i prezzi sono stabili.

Con l’aumento delle temperature, crescono le richieste e le compravendite delle referenze che contraddistinguono l’estate. Ne sono un esempio gli ottimi meloni siciliani, ai quali si affianca un soddisfacente raccolto marocchino.

Inoltre, compaiono le prime angurie che approdano sulla piazza dal sud Italia.

Per concludere, prodotti come albicocche e pesche – salvo rari casi – restano soprattutto esteri. Si tratta di primizie, la qualità sta progressivamente migliorando e man mano arriveranno anche i raccolti italiani.

LA RICETTA

Lumache al pomodoro
Tratta dal sito “Buonissimo”
https://www.buonissimo.it/lericette/2985_Lumache_al_pomodoro

Ingredienti per 4 persone
– Lumache 50
– Pomodori ramati 300 g
– Acciughe (alici) dissalate 2
– Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai
– Aglio 2 spicchi
– Peperoncino fresco a piacere
– Menta qualche foglia
– Sale q.b.

Le lumache al pomodoro si preparano lasciando le lumache per due giorni a spurgare e poi lavandole in acqua e aceto e cuocendole in acqua bollente. Scopri tutti i passaggi per cucinare le lumache al pomodoro.

Preparazione
Mettete le lumache vive in un cesto col coperchio, con insalata e mollica di pane bagnata o crusca lasciatevele due giorni.
Sciacquatele quindi in acqua e aceto, finché non faranno più schiuma, poi passatele ancora sotto acqua corrente.
Mettetele a cuocere in acqua fredda, col sale; appena incominceranno ad uscire dal guscio per il calore, alzate la fiamma in modo che le lumache muoiano prima di poter rientrare: cuocetele una mezz’oretta.

Scolatele, togliete le lumache dai gusci ed eliminate la parte nera che si trova nell’interno.
Mettete in un tegame l’olio, l’aglio e il peperoncino; appena saranno imbionditi aglio e peperoncino e, fuori dal fuoco, fate spappolare le acciughe, aiutandovi con una forchetta.
Rimettete sul fuoco, versate i pomodori, salate il necessario, unite le foglie di mentuccia, portate a bollore e infine aggiungete le lumache. Cuocete a fuoco moderato un’oretta. Servite.
Consigli

Le lumache che non escono dal guscio vanno gettate e non consumate.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI