Quantcast
Revoca dei contributi statali per cento Comuni della Bergamasca - BergamoNews
La tegola

Revoca dei contributi statali per cento Comuni della Bergamasca

Per questioni burocratiche sui portali della registrazione degli interventi o termini di inizio lavori non eseguiti. I parlamentari Dem: "Abbiamo chiesto un intervento della ministra Lamorgese"

Bergamo. Un centinaio di Comuni bergamaschi non potranno più usufruire dei contributi statali. Le motivazioni sono diverse, come spiegano i parlamentari del Pd Elena Carnevali, Antonio Misiani e Leyla Ciagà.

“Sono circa 100 i comuni bergamaschi che venerdì hanno ricevuto una Pec dal Ministero dell’Interno nella quale viene comunicata la revoca di contributi per interventi che vanno da opere per l’efficientamento energetico, alla messa in sicurezza di scuole ed edifici. Le motivazioni della revoca sono diverse, a partire da questioni burocratiche sui portali della registrazione degli interventi o termini di inizio lavori non eseguiti. Il fatto che in Italia siano oltre 4000 i comuni interessati rispetto alla revoca per un totale di 4800 opere pubbliche, fa presupporre che qualcosa nella macchina amministrativa e informatica sia successo soprattutto perché alcuni comuni queste risorse, relative agli anni 2020 e 2021, le hanno già investite ed i lavori sono pure terminati”.

L’anno 2020 ha visto norme che hanno consentito per l’emergenza Covid di poter beneficiare di proroghe: “È quindi impensabile che si possa procedere ad una revoca dei finanziamenti. Abbiamo chiesto alla ministra dell’Interno Lamorgese di intervenire anche con un provvedimento che permetta agli Enti di risolvere i problemi, sanare ritardi ed errori materiali, consentire l’avvio dei lavori entro la fine del 2022 e per coloro che i lavori li hanno già terminati di poter ricevere i finanziamenti dovuti. Gli Enti locali hanno oggi grandi carenze di personale, macchine amministrative che faticano a coprire tutte le esigenze di cittadini e imprese ed è sempre più evidente che abbiamo bisogno di mettere in campo modalità che agevolino gli Enti locali, senza complicare l’operatività e l’efficacia di investimenti a vantaggio delle collettività”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI