Quantcast
Restauro Santa Maria Maggiore: ok all'intervento sulla scalinata che la divide dall'ex ateneo - BergamoNews
Bergamo

Restauro Santa Maria Maggiore: ok all’intervento sulla scalinata che la divide dall’ex ateneo

L’intervento si pone in continuità con recenti lavori che hanno avuto come oggetto la sistemazione della pavimentazione dell'adiacente Piazza Duomo

Bergamo. Non solo lavori di restauro dentro la Basilica di Santa Maria Maggiore, presto si aprirà il cantiere anche per avviare la sistemazione delle parti esterne alla chiesa: mentre è in corso l’intervento di sistemazione del coro ligneo della Basilica di proprietà del Comune di Bergamo e gestita dalla Fondazione MIA, l’Amministrazione comunale sta pianificando i futuri interventi di restauro degli spazi esterni, a partire dalla scala che costeggia la sagrestia e l’abside centrale e li separa dall’ex ateneo di piazza Reginaldo Giuliani.

Proprio nella seduta di giovedì scorso, la Giunta ha approvato il progetto per avviare l’iter che aggiudicherà tra qualche mese i lavori.

La scala è costituta da due rampe intervallate da un ampio pianerottolo: la prima rampa, più lunga della seconda, è definita da un lato dalla parete della sagrestia della basilica e dall’altro lato da un parapetto pieno sormontato da una copertina in pietra arenaria, mentre la seconda rampa rimane confinata tra le pareti della sagrestia e dall’Ateneo.

Le condizioni della scala – rattoppata a più riprese negli scorsi decenni e non sempre con materiali simili all’originale – richiedono un intervento di sistemazione, anche in vista dell’appuntamento 2023 con la capitale della cultura.

“Abbiamo avviato – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Marco Brembilla – un grande piano di sistemazione di Bergamo Alta, un’iniziativa che si sta concretizzando in questo concitato 2022, anno nel quale tendiamo a concentrare i cantieri previsti nelle aree centrali della città, in modo da diradare lavori di questo genere in vista del prossimo importante anno. Siamo al lavoro sulla Corsarola, dopo aver risistemato la pavimentazione di piazza Mascheroni, per sistemare il museo Archeologico di piazza Cittadella, stiamo restaurando la fontana del Contarini, sistemando i bagni di via Mario Lupo, continua l’impegno anche all’interno del Complesso monumentale di Sant’Agostino (su affreschi della ex Chiesa e sul chiostro piccolo, finanziato dall’Università degli Studi di Bergamo con progetto e direzione lavori dei Lavori Pubblici del Comune), continua la manutenzione lungo le Mura e molto altro ancora. La sistemazione della scala della Basilica si inscrive quindi in questo piano di attenzione verso il centro storico, un piano che prevede anche la futura sistemazione delle facciate della stessa Basilica, intervento che metteremo in campo al termine dell’anno della Capitale”.

L’intervento si pone inoltre in continuità con recenti lavori che hanno avuto come oggetto la sistemazione della pavimentazione – acciottolato di fiume e lastre di pietra arenaria – dell’adiacente Piazza Duomo.

Le operazioni di restauro prevedono, nell’ordine, saggi e campionamenti nella prima fase, a cui faranno seguito lavori di pre consolidamento, pulitura, consolidamento della pietra che compone le scale. Saranno poi previste aggiunte laddove le pietre risultano particolarmente danneggiate e, infine, lavori di protezione. In sintesi si prevede dopo la pulitura delle superfici (compreso parapetto), la rimozione delle lastre, il loro consolidamento, l’eventuale sostituzione delle lastre fratturate e non più riutilizzabili e un trattamento di protezione finale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI