Quantcast
Lenna, serata benefica pro Ucraina: Sofia Goggia mette all'asta i cimeli della sua stagione trionfale - BergamoNews
L'iniziativa

Lenna, serata benefica pro Ucraina: Sofia Goggia mette all’asta i cimeli della sua stagione trionfale fotogallery

Tra gli altri anche il pettorale rosso indossato a Cortina d'Ampezzo e il casco utilizzato in occasione della vittoria della Coppa del Mondo di discesa libera: l'intero ricavato al fondo emergenza della Croce Rossa

Lenna. La vera gioia non è vincere una medaglia, ma regalare un sorriso agli altri

Lo sa bene Sofia Goggia che ha infiammato la serata benefica organizzata a Lenna nella serata di venerdì 13 maggio.

Rientrata dalle vacanze, la vice-campionessa olimpica ha deciso di mettersi ancora una volta a disposizione di coloro che stanno soffrendo maggiormente lasciando per un momento da parte lo sci e prendendo parte al tradizionale evento solidale proposto dall’amministrazione brembana.

Una manifestazione che è tornata a rivivere dopo due anni di pandemia sia grazie al contributo prezioso dei volontari lennesi che al sostegno della campionessa orobica la quale ha voluto incontrare i propri tifosi.

“La serata è stata organizzata grazie all’aiuto dei membri della sezione giovani di Lenna Eventi e di Ferdy Wild con cui condividiamo l’amicizia con Sofia Goggia – ha spiegato il sindaco di Lenna Jonathan Lobati -. Quest’anno abbiamo voluto dedicarla alle vittime del conflitto in Ucraina ricevendo un’ottima risposta dal pubblico accorso qui numeroso e che ha confermato come, quando è necessario aiutare, gli abitanti della Val Brembana hanno sempre un grande cuore”.

Accompagnata alla sede della BBM Service da Nicolò Quarteroni, direttore generale di Ferdy Wild, nel corso della serata la campionessa orobica ha messo all’asta alcuni suoi attrezzi di gara fra i quali spiccano il pettorale rosso indossato a Cortina d’Ampezzo e il casco utilizzato in occasione della vittoria della Coppa del Mondo di discesa libera.

Un gesto che è stato accompagnato dalla generosità dei lennesi i quali hanno voluto destinare l’intero ricavato della manifestazione al fondo emergenza Ucraina, istituito dalla Croce Rossa Italiana per iniziative umanitarie.

“Ho voluto fortemente questa festa anche perché credo particolarmente nei valori trasmessi da questi eventi – ha confessato Goggia -. Nonostante sia stata la mia stagione più vincente della carriera, non è stata facile complice le due cadute in gennaio che mi sono state fatali. Quest’ultime non mi hanno impedito di vincere un argento olimpico e una sfera di cristallo, anche se ancora oggi non mi capacito di come sia riuscita a centrare questi obiettivi”.

Sofia Goggia punterà ora la propria attenzione sulla prossima stagione al via il prossimo autunno con lo sguardo già riposto su Milano-Cortina 2026: “Se ho ottenuto questi risultati è merito dell’affetto ricevuto dai tifosi e dalle decine di persone che mi hanno scritto dopo l’infortunio. Adesso però è già tempo di pensare al futuro tant’è che in questi giorni ho già ricominciato con gli allenamenti”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI