Quantcast
Fausto Rossini: "Punterei su Pasalic e Muriel. Europa? L'Atalanta ci creda" - BergamoNews
L'intervista

Fausto Rossini: “Punterei su Pasalic e Muriel. Europa? L’Atalanta ci creda”

L'ex attaccante nerazzurro: "Fermare Leao è un problema, ma la Dea può colpire a San Siro. Serviranno testa e cuore"

Sarà un Milan-Atalanta spettacolare come vent’anni fa? Per due volte finì 3-3, nel 2000 e poi anche nel 2003, il 2 marzo a San Siro. Quando Fausto Rossini segnò una doppietta e l’Atalanta avanti 3-0 fu raggiunta dal Milan grazie a una doppietta di Pippo Inzaghi.

Sentiamo Rossini, si ricorda quel Milan-Atalanta?

Me la ricordo anche perché era il giorno del mio compleanno. Che partita sarà questa volta? Anche se non sarà bella, spero che l’Atalanta riesca a portare a casa almeno un punto e sarebbe importante. Tanto al Milan potrebbe bastare, poi all’ultima giornata a Reggio Emilia non credo che il Sassuolo si strappi i capelli per vincere.

Che Atalanta vedremo?

Non so, viste le ultime partite, bene a La Spezia, non malissimo con la Salernitana perché comunque abbiamo visto che la Salernitana nelle ultime partite sta facendo risultato, sta facendo bene. Non è un gran momento di forma per l’Atalanta, lo abbiamo visto, però secondo me ci sono i presupposti per crederci ancora, all’Europa.

Muriel è in gran forma, potrebbe rientrare anche Zapata e vedremo quali soluzioni adotterà Gasperini, c’è anche un certo Pasalic che è il capocannoniere con 13 reti.

Sicuramente in questo momento è imprescindibile Pasalic, come lo stesso Muriel. Duvàn essendo un giocatore di grossa stazza fisica ha bisogno di tempo prima di rientrare in forma. Non so se lo rischierei. Probabilmente se andrà bene il risultato questa domenica, lo rischierei per la prossima. Contro il Milan preferirei andare sul sicuro, sapendo che Muriel e Pasalic stanno bene e inserirei un terzo attaccante, che potrà essere Boga o Malinovskyi. Certo adesso con le cinque sostituzioni cambia tutto, si può anche inserire Zapata dall’inizio e poi cambiare se sarà stanco o se avesse qualche problema.

Sugli esterni il Milan ha Leao e Theo Hernandez che sulla corsia di destra dell’Atalanta possono far male.

Fermare Leao? Bisognerebbe… (Rossini fa una battuta, ndr) ma visto il Leao delle ultime partite è l’uomo che sta regalando lo scudetto al Milan perché ha degli strappi micidiali, palla al piede, salta l’uomo con una facilità incredibile, è veramente difficile riuscire a tenerlo. Ci potrebbe stare di controllarlo sul piano fisico e allora penso ad Hateboer, oppure sulla velocità e sarebbe più adatto Zappacosta. Non avrei idea di come si possa fermare uno così, che mi ricorda forse il Cafu dei tempi migliori.

L’Atalanta dove può riuscire a colpire e con chi?

Secondo me potrebbe farlo ancora Pasalic: lui è molto bravo con gli inserimenti da dietro, come si dice in gergo, per prendere di sorpresa la difesa. E secondo me non sono due colossi Tomori e Kalulu. La possibilità di far gol per l’Atalanta c’è, però viste le ultime partite del Milan quello più in difficoltà è stato Calabria. Quindi l’Atalanta potrebbe colpire sul centrosinistra.

Impossibile fare calcoli? Soprattutto pensare che Gasperini possa giocare per il pareggio.

Ma neanche nelle amichevoli precampionato, pensa sicuramente al risultato. E credo che più che la tattica o la tecnica conteranno la testa e il cuore.

Quanto potrà influire il caldo?

Ma ormai i giocatori sono abituati a fare tante partite, però mi hanno stupito un po’ rispetto agli anni passati le difficoltà avute dall’Atalanta nella seconda parte. Quando di solito era abituata ad avere la svolta perché sul piano fisico sorpassava le altre, mentre quest’anno non è successo.

Rossini ha segnato una doppietta nel 2003 e altre volte ha fatto gol a Milano. Ma quanto potrà pesare l’effetto di un San Siro pieno come sarà domenica?

Mah, nella mia Atalanta la Champions League la vedevamo col cannocchiale, mentre chi ha giocato in Champions credo che sia preparato a tutto. Io credo di aver fatto l’esordio a San Siro con Mondonico (in realtà l’esordio in Serie A, col Mondo, è stato proprio 25 anni fa, il 15 maggio 1997 in Atalanta-Roma 0-4, ndr) e però non credo che, ora che gli stadi sono tornati a essere pieni, ci siano preoccupazioni a livello emozionale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Milan-Atalanta, il film della partita
A san siro
Un buon primo tempo non basta all’Atalanta, il Milan vince 2-0
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI