• Abbonati
I cantieri

Nuova rotonda all’ingresso della A4, al via i lavori da mercoledì

L'assessore Stefano Zenoni: "La sistemazione del rondò A4 è una svolta storica per la città , attesa da decenni e forse proprio dall'apertura del rondò stesso, dal momento che furono chiari da subito i limiti dell'assetto esistente"

Bergamo. Iniziano i lavori per la rotatoria A4, con conseguenti prime modifiche alla viabilità previste per la realizzazione del cantiere.

“La sistemazione del rondò A4 è una svolta storica per la città , attesa da decenni e forse proprio dall’apertura del rondò stesso, dal momento che furono chiari da subito i limiti dell’assetto esistente. L’intervento migliorerà la sicurezza di tale snodo e la sua funzionalità, riducendo incidenti e code. L’effetto benefico sarà sulle vie di comunicazione principali, ma anche sulla città e sui quartieri limitrofi, spesso usati oggi per evitare i rischi e i disagi del rondò. L’intervento è inoltre un ulteriore tassello nel ridisegno completo dei punti critici della circonvallazione cittadina, insieme ai lavori in corso al rondò delle valli e a quelli imminenti per il nodo di Pontesecco, oltre a quelli già conclusi all’incrocio Malpensata/Campagnola” – spiega Stefano Zenoni, assessore alla mobilità del Comune di Bergamo.

Al fine di consentire l’esecuzione dei lavori stradali finalizzati all’ intervento di riqualificazione dello svincolo autostradale A4 e della connessione con l’asse interurbano di Bergamo, è stata emessa un’ordinanza di regolamentazione della circolazione che, dalle 8 di lunedì 9 maggio 2022 alle 19 di venerdì 26 luglio 2024, istituisce i seguenti provvedimenti viabilistici temporanei:

In via Zanchi, nel parcheggio del centro Galassia ubicato di fronte al tratto compreso tra la via Da Lezze e via Bonfanti, divieto di transito e di sosta 0-24 con rimozione forzata esteso a tutte le categorie di veicoli ad esclusione dei mezzi utilizzati per i lavori; n via Zanchi, nell’area di parcheggio rialzata antistante al civico 5 e parallela all’asse viario; divieto di transito e di sosta 0-24 con rimozione forzata esteso a tutte le categorie di veicoli ad esclusione dei mezzi utilizzati per i lavori; in via Zanchi, nel tratto compreso tra la fine dell’area di sosta di fronte al civico 12 e la via Da Lezze; divieto di transito per tutte le categorie dei veicoli, eccetto i mezzi dell’impresa.

Dovrà essere garantito il transito ai mezzi in entrata ed uscita dai carrali ubicati ai numeri 5 e 12 di via Zanchi; inoltre dovrà essere garantita la percorribilità del marciapiede del tratto di via Zanchi chiuso al traffico veicolare.

Anche Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, plaude all’inizio dei lavori: “La sistemazione del rondò dell’autostrada darà a finalmente Bergamo una porta d’accesso sicura e scorrevole. Si tratta di un’opera attesa da decenni, che completa una serie di interventi – realizzati, in corso o in fase di avanzata progettazione – destinati a migliorare radicalmente la circolazione stradale del nostro territorio: rotonda della Malpensata, rotonda di Campagnola, rondò delle Valli, nodo di Pontesecco, rotonda di via Autostrada e, prossimamente, il rondò imperfetto della Grumellina. Abbiamo lavorato, con il contributo decisivo del Governo e di Regione Lombardia, per dare soluzione ai problemi di sicurezza e congestione che storicamente affliggevano le vie di accesso al capoluogo. L’avvio dei lavori di sistemazione del rondò A4 – tra tutti, l’intervento più rilevante – segna a suo modo “storica” per la viabilità bergamasca”.

La mappa dei cantieri del Comune di Bergamo

Soddisfazione anche per Giovanni Malanchini, segretario dell’Ufficio di presidenza della Regione che ha finanziato i lavori: “Grazie all’ottimo lavoro dell’assessore Terzi e all’attenzione costante di Regione per il nostro territorio, finalmente Bergamo avrà uno svincolo degno di questo nome, abbattendo il costo sociale ed economico pagato da tutti gli automobilisti di passaggio nella nostra Provincia in questi anni, sia in termini di tempo e di disagi, sia delle troppe vite umane perite nei frequenti incidenti stradali”.

“Parte un intervento – aggiunge proprio l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Terzi – molto atteso e cruciale per la viabilità bergamasca. Negli anni Regione Lombardia si è impegnata molto su questa partita, lavorando per reperire le risorse necessarie attraverso diversi canali di finanziamento. Complessivamente l’investimento è di 29,5 milioni di euro, di cui 25 milioni allocati con il Patto per la Lombardia e 4,5 milioni con il Piano Lombardia. In particolare, lo stanziamento del Piano Lombardia, con fondi interamente regionali, è stato fondamentale per completare il quadro economico e dunque avviare il cantiere. Insieme a tutti gli enti coinvolti, dalla Provincia di Bergamo al Comune di Bergamo, siamo focalizzati sul raggiungimento dell’obiettivo. Monitoreremo l’andamento dei lavori affinchè non ci siano rallentamenti”.

La fine del cantiere è prevista nel 2024.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Rondò A4
La polemica
Riqualificazione svincolo A4, la Lipu: “Il Comune non rispetta il proprio regolamento edilizio”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI