Quantcast
"Ferretticasa non costruirà più", ma i cartelli al Parco Ovest sono falsi: caccia agli autori - BergamoNews
Bergamo

“Ferretticasa non costruirà più”, ma i cartelli al Parco Ovest sono falsi: caccia agli autori

Scoperti lunedì mattina da alcuni abitanti della zona. Ma poco dopo è arrivata la smentita della società

Bergamo. Nella mattinata di lunedì (9 maggio) nell’area cani tra via Moroni e via Tiepolo, vicina al Parco Ovest, sono stati affissi un paio di cartelli firmati Ferreticasa dal titolo “L’abitare da generazioni, per le future generazioni”, in cui tra le altre cose si leggeva “abbiamo deciso di rinunciare ai permessi edificatori e intraprendere un progetto di riforestazione e progettazione del paesaggio naturale”.

Un messaggio accolto con entusiasmo dai vari comitati, tra cui quelli del quartiere, e dagli stessi residenti.

Ferretti

Peccato, però, fosse falso. Qualche ora più tardi infatti è arrivata infatti la smentita della stessa società, con un comunicato di Francesco Ferretti: 

Ferretticasa Spa comunica che i cartelli legati nella notte agli alberi e alla recinzione dell’area relativa al Parco Ovest 2 sono stati apposti illegalmente. Di conseguenza le dichiarazioni contenute, relative al presunto abbandono del progetto di edificazione dell’area indicata, risultano non veritiere e falsamente riferite alla nostra società.

Visto il grave episodio, non possiamo soprassedere e in queste ore si sta già lavorando per identificare gli autori del gesto, che hanno utilizzato senza alcun permesso loghi e contatti aziendali per mettere in scena la loro opera. Una volta individuati i protagonisti di questa triste vicenda, valuteremo come procedere e adiremo le vie legali.

La famiglia Ferretti è amareggiata per l’ennesimo attacco contro un progetto che è stato modificato grazie ad un lungo lavoro di squadra, proprio per andare incontro alle richieste dei cittadini e in accordo con l’amministrazione comunale di Bergamo.

Riteniamo che, come dimostrato nell’iter portato avanti nei mesi scorsi, siano altre le sedi dove discutere e confrontarsi in maniera costruttiva e rispettosa. Quanto avvenuto la notte scorsa non rappresenta certo il modo corretto, né tantomeno rispecchia il modus operandi della nostra azienda, che ha sempre avuto a cuore la nostra città.

Nel caso della nuova edificazione prevista al Villaggio degli Sposi, confermiamo la volontà di procedere con la migliore soluzione individuata e posta all’attenzione della pubblica amministrazione, volta a tutelare ciò che ci sta più a cuore, ovvero progetti verdi ed ecosostenibili.

In definitiva, tenuto conto di quanto accaduto, ci troviamo costretti, nostro malgrado, a tutelare la nostra immagine e il nostro buon nome, a seguito del grave episodio accaduto ad opera di soggetti ad oggi sconosciuti che, fuggendo da ogni responsabilità ed ad un civile confronto, operano con mezzi fraudolenti nel tentativo di scoraggiare le buone iniziative promosse da Ferretticasa Spa a beneficio della collettività.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Valesini palafrizzoni
Bergamo
Parco Ovest 2, l’assessore Valesini: “4800 metri quadri tolti e spostati sull’area ex Italcementi”
Generico marzo 2022
L'analisi ambientale
Viaggio nel Parco Ovest 2, Legambiente: “No alla colata di cemento”
Parco Bergamo Ovest
Bergamo
Parco Ovest, il comitato a Gori: “Salviamo il verde per le generazioni future”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI